1990 Semifinale andata: Milan-Bayern Monaco 1-0

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
van Basten e Aumann [www.wikipedia.it]

Successo di misura del Milan, che piega il Bayern Monaco grazie a un rigore di Van Basten, al termine di una partita non particolarmente brillante sul piano del fraseggio. I rossoneri dominano territorialmente, costruendo alcune ottime chances, ma la difesa tedesca – imperniata sull’ottimo portiere Aumann – riesce a limitare i danni.


Milan: G. Galli – Tassotti, Baresi, F. Galli, Maldini – Simone (st 25′ Borgonovo), Rijkaard, Colombo (st 1′ Stroppa), Evani – Van Basten, Massaro.
Bayern Monaco: Aumann – Reuter, Flick, Augenthaler, Kohler, Pfugler – Dorfner, Strunz, Kogl – Bender (st 35′ Thon), McInnally.

Primo tempo
15′ azione personale di Simone, che entra in area e forse viene toccato da Reuter. L’arbitro lascia correre tra le proteste dei giocatori rossoneri.
30′ punizione di Evani da sinistra, colpo di testa in tuffo sul primo palo di Van Basten, pallone fuori di pochissimo. Primo vero brivido di un match molto bloccato, dove il Milan fa la partita, ma non riesce a sfondare.
42′ Rijkaard per Tassotti, filtrante per Simone che calcia immediatamente, Aumann con un piede riesce a deviare.
44′ Ancora Rijkaard per Tassotti, cross pericolosissimo da destra, Aumann deve alzare in angolo.

Secondo tempo
4′ lancio di Rijkaard per Van Basten, anticipato da Kohler. L’attaccante olandese non si dà per vinto, recupera palla e si presenta solo davanti ad Aumann, facendosi però ipnotizzare dal portiere tedesco in uscita.
13′ triangolo volante Van Basten-Rijkaard-Van Basten, che tenta un colpo spettacolare in rovesciata, Aumann in tuffo blocca.
17′ Stroppa, tutto solo davanti ad Aumann, calcia in bocca al portiere tedesco. Chance clamorosa sprecata dal Milan.
25′ proteste dei rossoneri per un presunto fallo in area su Massaro, l’arbitro lascia proseguire.
27′ Van Basten per Evani, sventola di prima intenzione, Aumann vola e devia in angolo. Aumenta la spinta del Milan contro un Bayern tutto arroccato in difesa e che non ha mai calciato in porta.

van Basten prima di calciare il rigore decisivo
[www.youtube.com]

32′ GOL MILAN Fallo su Borgonovo in area, stavolta l’arbitro concede il rigore, anche se forse erano più netti i primi due… Sul dischetto si presenta Van Basten, che indovina l’angolo a mezza altezza.
34′ percussione dalla destra di Tassotti, che calcia d’esterno sul secondo palo, Aumann si allunga e con una mano salva in corner.

LE PAGELLE MILAN
IL MIGLIORE RIJKAARD 7: metronomo del centrocampo, si produce in un incessante e redditizio lavoro di spola. Commette qualche errore in fase di appoggio, ma sono peccati veniali. Combatte, sradica palloni e dai suoi piedi partono numerose iniziative. Caterpillar.
Van Basten 6,5: stretto nella morsa della difesa tedesca, ben marcato da Kohler, trova comunque il modo di rendersi pericoloso. Sfiora un gol di testa nel primo tempo, nella ripresa si divora una rete in avvio, ma si riscatta con il rigore – perfetto – che vale il successo.
Tassotti 6,5: una spina nel fianco della difesa tedesca, interpreta splendidamente entrambe le fasi di gioco. Corsa e quantità, va vicino al gol con una stilettata d’esterno.
Baresi 6,5: nel primo tempo si limita a gestire la situazione in fase difensiva, nella ripresa sale di colpi e dà manforte all’azione d’attacco. Sempre attento nelle situazioni di uno contro uno.

LE PAGELLE BAYERN MONACO
IL MIGLIORE AUMANN 7: senza dubbio, il migliore in campo. Fiacca tutti i tentativi dei rossoneri, ma sul rigore di Van Basten deve capitolare. Se il Bayern tiene aperto il discorso qualificazione, il merito è in gran parte suo.
Kohler 6: dà vita a un duello rusticano con Van Basten, anticipando i Milan-Juventus delle stagioni successive. Forza fisico e temperamento. Esce sconfitto, ma non battuto.
Augenthaler 6: niente scorribande offensive, è costretto a tenere bassa la linea e rischiare il meno possibile. Buono l’impegno e sufficiente la resa.
Bender 5: il peggiore dei tedeschi, non vede biglia, un po’ per meriti della difesa rossonera e un po’ per demeriti dei suoi che salgono con il contagocce.

Niccolò Mello

La sintesi del match

Seguici

Altre storie di Goals

1960: Racing Parigi-Santos 1-4

Nella finale del torneo di Parigi del 1960 (al quale hanno partecipato anche l’altra formazione francese del Reims e i bulgari del Sofia), il Santos

1980: Brasile-Cile 2-1

Immagine di copertina: Toninho Cerezo in azione Amichevole di prestigio a Belo Horizonte tra Brasile e Cile. Successo della nazionale di casa per 2-1, un

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.