Cerca
Close this search box.

Champions League 2023/2024: sorpresa Salisburgo, comincia bene il Napoli, incredibile Provedel

Condividi articolo:

Immagine di copertina: Ivan Provedel portano in trionfo dai compagni

La conferma

Lo avevamo lasciato sul tetto d’Europa (leggi qui), forte di un Treble storico per Guardiola. Lo ritroviamo ancora forte, fortissimo, nonostante l’infortunio di De Bruyne. Parliamo del Manchester City, che riparte battendo con autorevolezza la Stella Rossa 3-1 grazie a una doppietta dell’argentino Julian Álvarez, che Pep con l’ennesima mossa geniale sta provando da trequartista. La sensazione, anche dando uno sguardo al resto d’Europa, è che gli inglesi siano ancora i grandi favoriti per la vittoria finale: sognare la doppietta non è utopia…

La sorpresa

Il Red Bull Salisburgo è squadra da non sottovalutare: spesso capace di lanciare giovani “discretamente” interessanti (vedi Håland) e di produrre un gioco piacevole. Se n’è reso conto il Benfica, arrivato ai quarti nell’ultima Champions e costretto a cedere il passo in casa: il 2-0 degli austriaci porta la firma di due talenti da tenere d’occhio, l’attaccante croato del 2003 Roko Simic e la mezzala israeliana del 2004 Oscar Gloukh.

Julian Álvarez, doppietta

La delusione

Poco brillanti sia il Benfica, sconfitto seccamente in casa dal Salisburgo, sia il Siviglia vincitore dell’ultima Europa League che non è stato capace di andare oltre il pareggio casalingo con i francesi del Lens. Si salva all’ultimo secondo il Real Madrid, che batte al 95′ l’Union Berlino debuttante in Champions grazie al solito straordinario Bellingham.

Le italiane

Vittoria pesante per il Napoli (voto 6,5) in casa del Braga: dopo il vantaggio con la solita certezza Di Lorenzo, gli azzurri subiscono il pareggio di Na Bangna all’84’, ma trovano la forza di reagire e a due minuti dal termine tornano a condurre grazie a un goffo autogol di Niakate su cross di Zielinski.
Voto 6 e sufficienza risicata per le altre tre italiane: per la Lazio che pareggia all’ultimo secondo grazie a Provedel in casa contro il sempre ostico Atletico Madrid; per il Milan che spreca troppo e si fa ipnotizzare sullo 0-0 dal Newcastle; e per l’Inter, che in casa della Real Sociedad si salva a 3 minuti dalla fine (1-1) con Lautaro Martinez.

Il protagonista

Portiere e goleador. L’uomo del giorno è Ivan Provedel, 29enne estremo difensore della Lazio. Non solo perché effettua alcune parate decisive che consentono ai suoi di rimanere a galla contro l’Atletico Madrid. Ma anche perché, all’ultimo secondo dei 5 minuti di recupero, in proiezione offensiva devia di testa in rete il cross di Luis Alberto regalando ai biancocelesti un pareggio insperato. È il quarto portiere a segnare in Champions League: prima di lui c’erano riusciti tre volte dal dischetto il tedesco Hans Jorg Butt tra Amburgo, Bayer Leverkusen e Bayern Monaco; il turco Sinan Bolat allo Standard Liegi; e il nigeriano Vincent Enyeama all’Hapoel Tel Aviv.

La top 11

Seguici

Altre storie di Goals

Le 5 migliori squadre europee dal 1986 al 1990

La memoria collettiva italiana racconta gli anni ’80 come un’epoca trionfale, non senza fondamento, ma chi scrive ritiene indispensabili alcune precisazioni: se nel complesso il

1968 Semifinali: Jugoslavia-Inghilterra 1-0

Immagine di copertina: il gol decisivo di Dzajic Al termine di una semifinale poco emozionante, l’Inghilterra campione del mondo in carica e grande favorita viene

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.