1987 Girone A: Argentina-Ecuador 3-0

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Giusti danza sul pallone in mezzo alla difesa dell’Ecuador

L’Argentina demolisce 3-0 l’Ecuador nella seconda partita del girone e prenota un posto in semifinale. Partita senza molta storia: l’Albiceleste domina gli avversari e costruisce un numero impressionante di occasioni. Mattatore dell’incontro è Maradona, che dopo un primo tempo un po’ in ombra si accende nella ripresa e regala diverse gemme di alta scuola. Decisivo l’ingresso nel secondo tempo di Caniggia, che regala molta più velocità e brillantezza all’attacco dei padroni di casa. Inesauribile Percudiani, che entra in tutte le azioni più pericolose.

Argentina: Islas – Ruggeri, Brown, Cuciuffo, Olarticoechea – Diaz (st 35′ Siviski), Tapia, Giusti – Percudiani, Maradona – Alfaro (st 1′ Caniggia).
Ecuador: Morales – Mosquea, Fajarro, Macias, Capurro – Vasquez, Vega, Marin (st 13′ Baldeon) – Cuvi, Aviles (pt 42′ Mera) – Quinonez.

Primo tempo
2′
Argentina subito pericolosa: cross da destra di Ruggeri, Morales esce e respinge con i pugni.
5′ Ruggeri devia una punizione da sinistra: palla alta. Argentina in costante proiezione offensiva in questi primi minuti.
8′ cross di Diaz da destra, sponda di Percudiani, Tapia arriva in corsa ma spara alle stelle da ottima posizione.
12′ prima volta dell’Ecuador in attacco: tiro da lontano di Aviles, palla a lato non di molto.
15′ cross di Tapia da sinistra, colpo di testa di Brown, Morales c’è. Argentina molto temibile sulle palle inattive.
17′ Aviles sfrutta un errore di Brown e accelera, entra in area, ma perde l’attimo giusto per il tiro e viene murato da Islas in uscita.
18′ primo guizzo di Maradona: Tapia per Percudiani, che di tacco serve il numero 10 dell’Albiceleste, Diego accelera seminando un avversario e calcia con il sinistro in area: alto.
22′ cross di Giusti da sinistra, un difensore dell’Ecuador prolunga di testa, sempre Maradona di testa rimette in mezzo per Percudiani, che colpisce la traversa.
26′ Cuvi da sinistra per Capurro, tracciante sul primo palo, fuori non di molto. Torna a farsi vedere l’Ecuador.
31′ Cuvi mette un pallone in mezzo da sinistra, Islas respinge. L’Argentina adesso sta rischiando un po’ in difesa.
35′ cross di Tapia da destra, spettacolare sforbiciata a centro area di Percudiani, pallone fuori di un metro.
43′ cross teso di Alfaro da sinistra, un difensore dell’Ecuador devia verso la propria porta, bravo Morales a bloccare il pallone quasi sulla linea.
47′ punizione da posizione defilata di Tapia, Morales respinge con i pugni.

Olarticoecha tra due difensori dell’Ecuador

Secondo tempo
6′ GOL ARGENTINA
Maradona per Caniggia, che apre a destra a Percudiani, cross in area, ancora Caniggia di testa colpisce il palo alla destra di Morales, la palla sbatte poi sul palo opposto e si infila in rete nonostante il disperato tentativo del portiere ecuadoregno.
21′ splendida percussione palla al piede di Caniggia, che serve sulla trequarti Maradona, imbucata per Percudiani, che calcia di prima intenzione sull’uscita di Morales, il portiere dell’Ecuador devia in angolo con un grande colpo di reni.
22′ GOL ARGENTINA Tapia innesca in area lo scatenato Percudiani, che viene toccato da un avversario da dietro. Rigore. Dal dischetto Maradona infila l’angolino con il sinistro.
25′ fallo di un difensore dell’Ecuador sempre sul solito Percudiani quasi al limite: punizione di Maradona, palla alta non di molto.
31′ Maradona innesca a sinistra Ruggeri, cross in mezzo per Caniggia, uscita tempestiva di Morales che neutralizza. Dominio dell’Albiceleste, nel secondo tempo l’Ecuador non è sceso praticamente in campo.
34′ Caniggia per Maradona, lancio con il contagiri per Tapia, che si infila in area sul lato sinistro, tiro-cross cercando Percudiani sull’altro palo, Morales abbranca in uscita.
35′ corner per l’Argentina da sinistra, Morales esce a vuoto, Ruggeri colpisce di testa: fuori.
37′ ancora Argentina vicina al 3-0: cross di Caniggia da sinistra, colpo di testa di Tapia, Morales c’è.
40′ Maradona converge da destra e scocca un tiro dal limite: largo.
42′ GOL ARGENTINA Fallo su Percudiani al limite: Maradona pennella una punizione capolavoro, la palla accarezza il palo e si infila imparabilmente in rete.
46′ triangolo Tapia-Maradona-Tapia, che calcia sull’uscita di Morales, pallone sull’esterno della rete.

Un primo piano di Maradona, migliore in campo

LE PAGELLE ARGENTINA
IL MIGLIORE MARADONA 8
Sonnecchia nel primo tempo, poi si scatena. Sempre nel vivo del gioco, tocca un mare di palloni, serve alcuni filtranti favolosi e realizza due gol: il secondo, una perla di assoluta bellezza.
Percudiani 7,5 Inarrestabile. Si muove tra le linee e mette in scacco la difesa dell’Ecuador. Colpisce una traversa, serve a Caniggia il cross dell’1-0, si procura il rigore del 2-0 e la punizione del 3-0. Meriterebbe il gol, ma glielo nega un grande intervento di Morales.
Caniggia 7 Il suo ingresso al posto di uno spento Alfaro (voto 5) è un tonico per l’Albiceleste. Gol di astuzia e opportunismo, grande lavoro tattico, difficile da arginare se parte in velocità.
Tapia 7 Sontuosa direzione del traffico in mezzo al campo, è il pendolo che abbassa e alza i ritmi, domina sui centrocampisti avversari.

LE PAGELLE ECUADOR
IL MIGLIORE MORALES 6,5
Tre gol subiti, ma ne avita altri: splendida soprattutto una parata di puro istinto su affondo di Percudiani.
Aviles 6 Il più pericoloso in attacco, impegna un paio di volte la difesa di casa. Poi si fa male a fine primo tempo e l’allenatore è costretto a sostituirlo. Senza il suo apporto nella ripresa l’Ecuador si eclissa.
Cuvi 5,5 Alcuni buoni spunti palla a terra, ma riesce raramente a cambiare marcia.
Difesa Ecuador 5 Bocciata su tutta la linea, gli attaccanti argentini sbucano da ogni parte.

Gli highlights dell’incontro


Seguici

Altre storie di Goals

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.