1960: Racing Parigi-Santos 1-4

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Nella finale del torneo di Parigi del 1960 (al quale hanno partecipato anche l’altra formazione francese del Reims e i bulgari del Sofia), il Santos distrugge i padroni di casa con un rotondo 4-1. Il Racing è una delle formazioni di punta del calcio francese: è arrivato terzo nei campionati 1958-59 e 1959-60 e arriverà secondo nei due anni successivi, nel 1960-61 e nel 1961-62. Eppure di fronte alla qualità e alla forza fisica dei brasiliani può poco. Il match è visibile nei dieci minuti finali del primo tempo e in tutto il secondo, ma tanto basta per farsi un’idea della prestazione autorevole del Santos, dove brilla un Pelé enorme, autore di un gol da cineteca, due assist da capogiro e una serie di altre giocate fantascientifiche.

Racing Parigi: Taillandier – Lelong, Marche, Tibari (st 15′ Guillot), Herbin – Grillet, Senac, Marcel, Heutte – Ujlaki, Tokpa.
Santos: Laercio – Calvet (st 20′ Getullio), Mauro, Formiga, Zé Carlos – Zito, Mengalvio – Dorval, Pelé, Pepe – Coutinho.

Primo tempo
Non è disponibile purtroppo la prima parte del primo tempo: le cronache parlano di un gran gol di Coutinho al 23′ con un tiro da fuori che si infila all’angolino, alcuni errori sottoporta dell’attaccante ivoriano del Racing Tokpa e buoni interventi del portiere brasiliano Laercio.
Dal 35′ del primo tempo inizia la diretta della TV francese.

37′ triangolo Tokpa-Ujlaki-Tokpa, uscita disperata di Laercio che evita il pareggio dei francesi.
39′ Coutinho per Pelé, che apre a sinistra per Pepe, tiro a mezza altezza forte e teso, Taillandier devia in angolo non senza difficoltà.
43′ fuga di Grillet a sinistra, cross in mezzo, Mauro non controlla benissimo e Laercio deve uscire e abbrancare il pallone in presa evitando il tapin di Tokpa. Ancora temibili in ripartenza i parigini.
44′ punizione per il Racing da fuori: tentativo di Grillet, Laercio para in tuffo.
45′ Coutinho apre il gioco a sinistra per pepe, tiro-cross sul primo palo, Taillandier si salva in due tempi.

Coutinho e Pelé / TWITTER

Secondo tempo
7′
il Racing Parigi vicino al pari: cross da sinistra di Senac, colpo di testa di Grillet, palla fuori di poco sul primo palo.
10′ ancora francesi pericolosi: da Tibari a Grillet, cross da destra, tentativo dal limite di Marche, Laercio salva d’istinto.
12′ GOL SANTOS Numero di Pelé, che accelera sulla trequarti, chiede e ottiene il triangolo con Coutinho, entra in area e fa secco Taillander con un tiro angolato di potenza. Grande gol dell’asso brasiliano.
15′ eccezionale azione tutta di prima del Santos. Da Dorval a Zito a Coutinho, palla a Pelé, che entra in area, salta un uomo e serve a sinistra Pepe tutto solo, diagonale dell’ala brasiliana e palla in rete. Ma il gol viene annullato, forse per fuorigioco. Le immagini non chiariscono. Sembrava valido.
18′ Pelé supera due avversari a destra in slalom, cross deviato in angolo da Marche. Dal corner colpo di testa ancora di Pelé, Taillander blocca a terra.
26′ GOL SANTOS Pelé sulla trequarti supera un avversario, accelera e innesca con un’imbucata pazzesca nello spazio Pepe, diagonale mancino e palla in rete. E stavolta il gol è valido anche per l’arbitro.
30′ Mengalvio per Pelé, che di tacco smarca ancora Mengalvio a sinistra, cross per Coutinho, che favorisce ancora l’inserimento di Pepe, tiro a mezza altezza, respinge Taillander. Calcio spettacolo del Santos.
33′ Pelé parte da destra, salta un avversario e lancia Dorval, palla in mezzo a Coutinho, che viene fermato da un difensore, arriva ai mille all’ora da dietro ancora l’immenso Pelé, che vede un corridoio a sinistra per Pepe e lo serve, sinistro sul primo palo indirizzato all’incrocio, Taillander vola e devia in corner.
34′ GOL RACING PARIGI Cross di Grillet da sinistra respinto, Heutte rimette in mezzo e Ujlaki da pochi passi realizza di testa. Difesa brasiliana un po’ distratta in questa circostanza.
41′ Senac per Heutte, tiro da dentro l’area, Laercio c’è. I parigini hanno preso un po’ di fiato nel finale dopo un dominio del Santos.
45′ GOL SANTOS Coutinho cede a Pelé sulla trequarti, il numero 10 del Santos lancia nuovamente Coutinho in area con un filtrante, Coutinho solo davanti a Taillander non può sbagliare. Poker del Santos.

LE PAGELLE RACING PARIGI
IL MIGLIORE GRILLET 6,5
Il più continuo, intraprendente e temibile dei francesi. Svaria sulle tue fasce e mette in mezzo diversi palloni interessanti. E sempre dai suoi piedi nasce il gol del Racing.
Taillander 6,5 Se il Racing limita a quattro i gol al passivo ha gran parte dei meriti. Salva diverse situazioni spinose. Splendida soprattutto una parata in tuffo per levare dal “sette” un sinistro di Pepe.
Tokpa 5,5 Fa grande movimento e lotta, anche se ha vita dura. Anche a giudicare dalle cronache del primo tempo difetta un po’ di concretezza sottoporta.
Heutte 5 Il nazionale francese si vede poco, stretto nelle maglie della difesa brasiliana. Ha un sussulto solo nel finale, quando mette il suo zampino nel gol e ne sfiora uno subito dopo. Ma i buoi sono oramai scappati da un pezzo.

LE PAGELLE SANTOS
IL MIGLIORE PELE’ 9
Sulla fiducia. Perché il secondo tempo è qualcosa di irreale. Pratica un altro sport rispetto a chiunque altro, confermando le parole di Carlo Pizzigoni che ha definito il Pelé dai 19 ai 25 anni irripetibile sul piano tecnico, tattico e mentale. Quando prende palla da qualsiasi posizione salta sempre il primo uomo e crea superiorità numerica, scegliendo poi se accelerare o liberare lo spazio per un compagno. Segna un gol superbo, serve una serie di assist deliziosi e tre portano al gol (uno viene inspiegabilmente annullato). Recupera persino dei palloni in difesa: verso il 40′ della ripresa libera l’area con un doppio dribbling sontuoso al limite e poi lancia Pepe a sinistra. Vengono in mente le parole di Ferenc Puskás: «Il più grande calciatore della storia è stato Alfredo Di Stéfano. Ma mi rifiuto di considerare Pelé un calciatore. Lui è stato qualcos’altro».
Coutinho 8 Due gol (il primo non si vede, anche se viene descritto come bellissimo), punto di riferimento costante in avanti per tutte le azioni del Santos, dà vita a triangoli nello stretto con Pelé di un livello tecnico superiore.
Mengalvio 7 Un trattore che in mezzo al campo recupera un mare di palloni e corre per due, inserendosi sovente in zona offensiva. Prestazione da centrocampista totale.
Pepe 7 Un gol, un altro annullato, un terzo sfiorato. Pelé lo cerca spesso con assist da capogiro e lui ringrazia.
Laercio 6,5 Anche lui tra i protagonisti perché tra fine primo tempo e l’inizio del secondo compie una serie di interventi non facilissimi, mantenendo il Santos in vantaggio.

Giocate fantasmagoriche di Pelé

Seguici

Altre storie di Goals

Ah, Sudamerica!

Giorni di grande calcio e grande passione in Sudamerica.Dall’anniversario della morte di Diego Armando Maradona il 25 novembre alla finale di Coppa Libertadores 2021 tra

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.