1993 Finale ritorno: Universidad Catolica-San Paolo 2-0

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Non basta all’Universidad Catolica un grande primo tempo per rimontare l’1-5 della finale di andata: il San Paolo gestisce il cospicuo vantaggio e conquista la prestigiosa Coppa per il secondo anno consecutivo, emulando l’impresa del Santos di Pelé. Le reti di Lunari e Almada dopo nemmeno 20′ del primo tempo illudono i cileni, che poi però non trovano più la forza di perforare una difesa brasiliana che sale di colpi con il passare dei minuti e nel secondo tempo non rischia praticamente mai se si esclude un diagonale di Cardozo al 40′.

Universidad Catolica: Wirth – Romero, Contreras (st 37′ Cardozo), Vazquez, Tupper (st 20′ Reinoso) – Parraguez, Lepe, Barrera – Lunari – Perez, Almada.
San Paolo: Zetti – Vitor (st 21′ Cerezo), Valber, Dinho, Marcos Adriano – Pintado, Raì, Gilmar – Cafu, Muller, Palhinha.

Primo tempo
10′ GOL UNIVERSIDAD CATOLICA Rete meravigliosa di Lunari, con un destro pazzesco da fuori area di controbalzo che si infila nel “sette” e non dà scampo a Zetti.
11′ ancora Universidad Catolica temibile con una punizione da sinistra, Vazquez devia di tacco, Zetti c’è.
13′ Palhinha apre a destra per Cafu, rasoterra violento da fuori, Wirth neutralizza. Il San Paolo prova a reagire alla partenza veemente dei cileni.
17′ GOL UNIVERSIDAD CATOLICA Doppio dribbling di Perez al limite, assist inarea a Barrera, che viene steso da Gilmar. Rigore netto. Almada dal dischetto calcia forte con il destro, Zetti tocca ma non riesce a deviare. Raddoppio dei cileni, finale clamorosamente riaperta: adesso bastano due reti all’Universidad Catolica per vincere.
26′ L’Universidad Catolica invoca un altro rigore per un fallo di mani in area di Marcos Adriano su tiro di Lunari.
41′ meraviglioso triangolo nello stretto Perez-Lunari-Perez, che tocca d’esterno sull’uscita di Zetti, pallone fuori di pochissimo. Il San Paolo sta rischiando moltissimo.
42′ buona chance per i brasiliani: punizione da destra, rasoterra insidioso di Dinho sul primo palo, Wirth respinge e Palhinha non riesce a correggere in tapin.

Secondo tempo
35′ calcetto in area di Valber a Contreras, che va a terra. L’arbitro però non vede niente e lascia correre. Il giocatore brasiliano poteva essere espulso.
40′ scambio Reinoso-Almada, palla in area a Cardozo, che con il destro scocca un rasoterra velenoso, pallone a lato sul primo palo. E’ il primo tiro dell’Universidad Catolica in un secondo tempo nel quale il San Paolo si è difeso benissimo e non ha concesso varchi agli avversari.
43′ Raì smarca Palhinha in area, l’attaccante brasiliano è solo davanti a Wirth, ma tenta un improbabile pallonetto e la palla si perde sul fondo.
45′ azione confusa dell’Universidad Catolica nell’area del San Paolo, tentativo da sinistra di Barrera, Zetti abbranca in presa.

Placar celebra la vittoria del San Paolo, la seconda consecutiva in Libertadores

LE PAGELLE UNIVERSIDAD CATOLICA
IL MIGLIORE LUNARI 7,5: con la palla tra i piedi inventa giocate di grande qualità a getto continuo, liberando i compagni o tentando la soluzione personale. Realizza un gol splendido con un destro imparabile da fuori area e tra le linee fa letteralmente ammattire la difesa brasiliana.
Perez 7: è l’altra spina conficcata nella retroguardia del San Paolo. Da un suo doppio dribbling meraviglioso nasce l’azione che porta al rigore, dà vita un paio di volte a scambi sontuosi nello stretto con Lunari: entrambi tecnicamente dimostrano di saperci fare non poco. Attaccante solo di nome, in realtà arretra sovente e crea il panico con i suoi movimenti da zanzara.
Almada 6: ha il merito di trasformare il rigore della speranza, ma nella ripresa finisce inghiottito nella regnatela difensiva degli ospiti e si vede con il contagocce.

LE PAGELLE SAN PAOLO
IL MIGLIORE CAFU 6,5: primo tempo timido, nella ripresa sale di colpi e mette anche un paio di cross velenosi. Solita garanzia. Perfetto un intervento in scivolata nella ripresa in area con cui toglie a Lunari la possibilità di calciare a colpo sicuro. Molto bravo anche l’altro terzino Marcos Adriano (voto 6,5).
Valber 6: il migliore dei brasiliani sarebbe probabilmente lui, ma non ci sentiamo di premiarlo per quel calcetto assurdo a palla lontana ai danni di Contreras nel finale: andava espulso.
Raì 6: dopo 45′ di grande difficoltà cresce nella ripresa quando gestisce con intelligenza diversi palloni in uscita. Si fa valere anche in difesa.
Palhinha 5: spreca due occasioni d’oro, che potevano far stare ancora più tranquilli i tifosi del San Paolo, preoccupati dall’avvio al fulmicotone degli avversari.

Video celebrativo del successo del San Paolo
Niccolò Mello

Seguici

Altre storie di Goals

Ah, Sudamerica!

Giorni di grande calcio e grande passione in Sudamerica.Dall’anniversario della morte di Diego Armando Maradona il 25 novembre alla finale di Coppa Libertadores 2021 tra

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.