Libertadores 1989 Finale ritorno: Nacional Medellin-Olimpia Asuncion 7-4 dcr (2-0)

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Immagine di copertina: Higuita e Trellez sorridono con la Coppa

René Higuita come Helmuth Duckadam: para quattro rigori nella lotteria finale della Coppa Libertadores 1989 e consegna la coppa al Nacional Medellin. I colombiani riescono nell’impresa di rimontare lo 0-2 subito in Paraguay giocando all’arrembaggio, soprattutto nei secondi 45 minuti. Non sono previsti da regolamento i supplementari. Si va direttamente ai tiri dal dischetto. E qui succede di tutto. Dopo 5 rigori per parte, il punteggio è 4-4. I giocatori dell’Olimpia si fanno neutralizzare tre volte consecutive dal dischetto da Higuita, il che significa ben tre match-point per i colombiani. Tutti però clamorosamente sprecati: un tiro sul palo, uno fuori e uno parato dal numero uno paraguyano Almeida. Al quarto tentativo, dopo l’ennesimo errore dell’Olimpia, il Nacional riesce finalmente a fare centro con Alvarez e può così festeggiare la vittoria.

Nacional Medellin: Higuita – Carmona, Perea, Escobar, Gomez – Alvarez, Garcia, Fajardo (st 40′ Arboleda), Arango (st 1′ Perez) – Usuriaga, Trellez.
Olimpia Asuncion: Almeida – Mino, Benitez, Chamas, Krausemann – Guasch, Sanabria, Bobadilla (st 21′ Balbuena) – Neffa (st 21′ Gonzalez), Mendoza, Amarilla.

I giocatori del Nacional Medellin esultano dopo l’incredibile vittoria

Primo tempo
8′
il Nacional parte attaccando: cross di Garcia da sinistra per Usuriaga, che controlla e calcia sul primo palo, fuori non di molto.
12′ altro lungo lancio di Garcia per Usuriaga che scatta oltre il difensore e calcia in corsa, uscita disperata di Almeida che respinge con il corpo.
17′ Olimpia a un passo dal gol: traversone da sinistra di Amarilla per Bobadilla, che si coordina e calcia sul primo palo, pallone alto di pochissimo dopo una leggera deviazione.
26′ Amarilla, lanciato in velocità, incrocia con il sinistro: fuori.
28′ Nacional vicinissimo all’1-0: azione confusa in area dopo una serie di rimpallo, Trellez calcia e la palla sfila sul fondo di un soffio.
34′ conclusione da lontano di Mendoza, Higuita blocca a terra.
35′ scambio a sinistra Amarilla-Mendoza-Amarilla, cross insidioso, ancora Higuita salva in tuffo. Buona reazione dell’Olimpia in questa fase.
40′ Trellez per Alvarez, assist sul lato destro dell’area a Usuriaga, che punta il suo marcatore e calcia: fuori.

Almeida, portiere dell’Olimpia Asuncion
[http://pallaalcentroamerica.blogspot.com]

Secondo tempo
1′ GOL NACIONAL MEDELLIN
Cross basso da destra di Usuriaga, la palla attraversa tutta l’area piccola e Mino sul secondo palo colpisce sciaguratamente con un piede facendo rotolare il pallone nella porta sguarnita.
9′ punizione di Garcia da destra, colpo di testa di Escobar in area: alto.
11′ tentativo di Usuriaga da destra, una conclusione pazzesca che Almeida riesce a deviare in angolo con difficoltà. Dalla bandierina colpo di testa di Perea e ancora Almeida salva con un grande intervento. Cresce il Nacional, a cui ora basta un gol per pareggiare il conto con l’andata.
15′ lancio da centrocampo di Garcia per Usuriaga, che viene trattenuto per la maglietta, ma riesce ugualmente a calciare: Almeida c’è.
17′ Perez apre a sinistra per Trellez, sponda per Alvarez, che appena dentro l’area fa partire un missile di destro, pallone a lato di un niente. Solo Nacional in campo, Olimpia costretto sulla difensiva.
18′ errore in disimpegno di Carmona, ne approfitta Mendoza che vede Higuita fuori dai pali e cerca di sorprenderlo con un tiro da fuori: palla alta. Errore dell’attaccante paraguayano che aveva tutto il tempo di avanzare indisturbato verso la porta.
20′ GOL NACIONAL MEDELLIN Azione manovrata del Nacional. La palla passa da Escobar ad Alvarez sulla destra, tocco centrale a Garcia, cross sul secondo palo, Mino svirgola di testa e Usuriaga sempre di testa batte Almeida da pochi passi.
32′ azione manovrata dell’Olimpia, testa di Mendoza per l’inserimento di Amarilla, uscita decisiva di Higuita che anticipa l’attaccante paraguaiano.
35′ lancio dalle retrovie per Amarilla, Higuita esce, anticipa l’attaccante dell’Olimpia e si lancia oltre metà campo sulla sinistra, supera due uomini e il terzo lo ferma in fallo laterale. Azione spettacolare del portiere colombiano!
37′ Alvarez verticalizza per Usuriaga, che incrocia con il destro, Almedia si tuffa e devia.

Rigori
Almeida (O):
parato. Il tiro del portiere paraguaiano viene intercettato dal collega Higuita sulla sinistra.
Escobar (N): gol, palla nell’angolino, Almeida spiazzato. 1-0 NACIONAL
Benitez (O): gol, pallone nell’angolo sinistro. 1-1
Usuriaga (N): gol, tiro potente, la palla incoccia sul palo e finisce in rete; Almeida intuisce ma non ci arriva. 2-1 NACIONAL
Chamas (O): gol, palla imparabile nell’angolo alto a destra. 2-2
Trellez (N): gol, tiro angolato a destra, Almedia non ci arriva. 3-2 NACIONAL
Mendoza (O): tiro angolato, Higuita spiazzato. 3-3
Garcia (N): parato, conclusione piatta, Almeida blocca. 3-3
Amarilla (O): gol, conclusione ben indirizzata, imparabile per Higuita. 3-4 OLIMPIA
Higuita (N): gol, tiro centrale che spiazza Almeida. 4-4
Gonzalez (O): parato, botta centrale, Higuita respinge. 4-4
Perez (N): palo esterno sulla destra, il Nacional spreca il match-ball per vincere. 4-4
Guasch (O): parato, altro intervento decisivo di Higuita che si tuffa sulla destra e respinge. 4-4
Gomez (N): fuori! Pazzesco, altro errore del Nacional. 4-4
Balbuena (O): parato, ancora determinante Higuita, che intercetta la conclusione del centrocampista paraguaiano. 4-4
Perea (N): parato. Terzo match point fallito, tiro centrale e Almedia devia in tuffo. 4-4
Sanabria (O): alto. Clamoroso: quarto errore consecutivo dell’Olimpia! 4-4
Alvarez (N): gol! Palla angolata a sinistra, Almeida spiazzato. 5-4 NACIONAL

I colombiani si laureano campioni del Sudamerica!

Gli highlights dell’incontro

LE PAGELLE NACIONAL MEDELLIN

IL MIGLIORE HIGUITA 9 Quattro rigori parati nella lotteria finale, di cui tre consecutivi. È l’eroe assoluto della sfida. Noto più per le rischiosissime e spericolate uscite dai pali (vedi quella al 35′ del secondo tempo, con alcuni giocatori avversari saltati in dribbling), in questa occasione Higuita si conferma un assoluto dominatore tra i pali dopo che già nei 90 minuti aveva sbrogliato alcune situazioni intricate. Celebrato dai telecronisti colombiani e portato in trionfo dai compagni.
Usuriaga 8 Un gol procurato, un altro segnato di testa, accelerazioni e spunti a getto continuo, tiri mortiferi da fuori area. È una spina conficcata nel fianco della difesa paraguaiana e fa malissimo. Potente, rapido e tecnico, conferma tutte le sue qualità dopo il già ottimo match di andata.
Alvarez 7,5 Presente, continuo, entra in numerose azioni d’attacco, giocando un po’ sulla destra e un po’ in mezzo, dove cerca di dare sostanza al gioco. È suo il rigore decisivo, che spiazza Almeida e dà la Coppa Libertadores al Nacional.
Garcia 6,5 Peccato per l’errore dal dischetto. Gioca un match solido e costante, raffinando la manovra collettiva con scelte di grande intelligenza.
Escobar-Perea 6,5 Coppia centrale che si completa alla perfezione: elegante il primo, possente il secondo. Tengono a bada gli attaccanti avversari e non di rado partecipano alla costruzione del gioco.

LE PAGELLE OLIMPIA ASUNCION

IL MIGLIORE ALMEIDA 7 Se l’Olimpia arriva ai rigori è merito suo perché compie almeno un paio di interventi notevoli. E anche nella lotteria finale dal dischetto dimostra le sue qualità, neutralizzando due rigori. In condizioni normali sarebbe forse bastato. Ma Higuita tira fuori il coniglio dal cilindro…
Amarilla 6,5 Il più attivo e pericoloso dei suoi. Impegna Higuita e la difesa colombiana, apre più volte il fronte del gioco con ripartenze fulminee. Suo il rigore che prolunga la contesa dopo i classici cinque rigori canonici.
Mendoza 5,5 Potente e utile in fase di non possesso, ma non sempre lucido al momento dell’ultimo passaggio. Freddo dal dischetto.
Neffa 5 Il giovane talento di casa Olimpia è ancora bocciato: mai uno spunto degno di nota, la difesa colombiana lo fa girare al largo.
Mino 4,5 Serataccia. Combina la frittata dell’autogol, svirgola il pallone di testa che consegna il bis a Usuriaga. Un incubo.

Seguici

Altre storie di Goals

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.