Euro 2021, ottavi: Inghilterra solida, Svizzera da sogno, Mbappé flop assoluto

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Immagine di copertina: l’esultanza degli svizzeri dopo la clamorosa vittoria sulla Francia

La conferma

Questa Inghilterra non sarà bella, ma è tremendamente solida. Poco spettacolo, molta concretezza. Pochi gol, ma una difesa che ancora non ha subito reti. Il merito è di una fase difensiva ottima, con un centrocampo più muscolare che tecnico e una coppia centrale di stopper rocciosi. Certo, avere un Bobby Moore dietro a impostare regalerebbe una ventata di classe e di estetica che sarebbe un piacere per gli occhi. Ma a Soutghate (7), difensore anche lui vecchio stampo, interessa badare al sodo. E i risultati al momento gli stanno dando ragione.

La sorpresa

Le grandi sorprese sono due: la Repubblica Ceca che regola l’Olanda rimasta in dieci per l’espulsione di de Ligt. E la Svizzera che elimina ai rigori la Francia dopo una rimonta sensazionale. Entrambe fanno leva su entusiasmo, un gioco equilibrato ma che sa accelerare quando serve, due attaccanti rivelazione come Schick (7 contro l’Olanda) e Seferovic (8 contro la Francia). Cechi e svizzeri ora troveranno Danimarca e Spagna. Due rivali toste, ma non impossibili. Sognare è lecito.

La delusione

Tutta la delusione di Mbappé: il suo Europeo è stato un flop

L’Olanda stecca un ottavo da favorita, pagando soprattutto il fatto di essere rimasta in dieci nel momento clou. E de Ligt (4,5) rovina una prestazione fin lì ottima. Ma la vera delusione, il vero flop, è la Francia. E soprattutto la stella annunciata Mbappé (4,5). Era arrivato a questi Europei con il desiderio di voler “spaccare il mondo”, con l’intenzione di raccogliere l’eredità di Messi e Cristiano Ronaldo. Invece ha clamorosamente steccato. E dopo un avvio ottimo si è sciolto come neve al sole. Contro la Svizzera un assist, un paio di buoni tiri, ma anche un gol clamorosamente divorato, il rigore decisivo fallito e la costante sensazione di non riuscire mai davvero a fare la differenza quando più serviva. Rimandato.

Il protagonista

L’uomo in più degli ottavi non può che essere Sommer (8). Una serie di parate incredibili contro la Francia – una su Pavard in particolare togliendo la palla dal “sette“ – e il rigore parato a Mbappé nella lotteria finale. Eroe del giorno e di una nazionale che non ha mai smesso di crederci e giunge a sorpresa, ma con pieno merito, ai quarti.

La top 11

La situazione

Italia-Austria 2-1 dts
pts 5′ Chiesa (I); 15′ Pessina (I); sts 9′ Kalajdzic (A)

Belgio-Portogallo 1-0
pt 42′ T. Hazard

Svizzera-Francia 3-3 (5-4 dcr)
pt 15′ Seferovic (S); st 12′, 14′ Benzema (F), 30′ Pogba (F), 36′ Seferovic (S), 45′ Gavranovic (S)

Spagna-Croazia 5-3 dts
pt 20′ aut. Simon (C), 38′ Sarabia (S); st 12′ Azpilicueta (S), 32′ Torres (S), 40′ Orsic (C), 47′ Pasalic (C); pts 10′ Morata (S), 13′ Oyarzabal (S)

Inghilterra-Germania 2-0
st 30′ Sterling, 41′ Kane

Ucraina-Svezia 2-1 dts
pt 27′ Zinchenko (U), 43′ Forsberg (S); sts 15′ Dovbyk (U)

Repubblica Ceca-Olanda 2-0
st 23′ Holes, 35′ Shick

Danimarca-Galles 4-0
pt 27′ Dolberg; st 3′ Dolberg, 43′ Maehle, 49′ Braithwaite

Quarti di finale

Spagna-Svizzera
venerdì ore 18, San Pietroburgo

Belgio-Italia
venerdì ore 21, Monaco di Baviera

Repubblica Ceca-Danimarca
sabato ore 18, Baku

Inghilterra-Ucraina
sabato ore 21, Roma

Seguici

Altre storie di Goals

1960: Racing Parigi-Santos 1-4

Nella finale del torneo di Parigi del 1960 (al quale hanno partecipato anche l’altra formazione francese del Reims e i bulgari del Sofia), il Santos

1980: Brasile-Cile 2-1

Immagine di copertina: Toninho Cerezo in azione Amichevole di prestigio a Belo Horizonte tra Brasile e Cile. Successo della nazionale di casa per 2-1, un

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.