Libertadores 1986 Spareggio semifinale: River Plate-Argentinos Juniors 0-0

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Ruggeri e Pumpido in maglia River [www.pinterest.pt]

Grazie allo 0-0 dopo i tempi supplementari nello spareggio per accedere alla finalissima, il River Plate elimina i campioni in carica dell’Argentinos Jrs nel derby tutto argentino e accede all’ultimo atto contro i colombiani dell’America Calì. Le due squadre argentine arrivano entrambe in testa a quota 5 punti nel girone di semifinale che comprende anche gli ecuadoregni del Barcellona. Il regolamento prevede uno spareggio in campo neutro e al River basta il pareggio per una migliore differenza reti. I biancorossi riescono a mantenere il pari nonostante un lungo forcing dei rivali, che colpiscono anche due pali. È una partita intensa, vibrante e con alcune giocate di ottima fattura, a conferma dell’ottimo livello medio del calcio argentino negli anni ’80.

River Plate: Pumpido – Gordillo (sts 3′ Gomez), Gutierrez, Ruggeri, Montenegro – Enrique, Sperandio, Alonso, Gorosito (st 17′ Troglio) – Alzamendi, Funes.
Argentinos Juniors: Vidallé – Villalba, Pavoni, Olguin, Domenech – Videla, Corsi (st 39′ Martinez), Batista, H. Maradona (pts 4′ Pellegrini) – Castro, Borghi.

Primo tempo
2′
tiro da fuori area di Videla molto pericoloso, Pumpido devia in angolo con un guizzo. Corner dello stesso Videla, colpo di testa in tuffo di Castro, Pumpido ci arriva. Subito temibile l’Argentinos Juniors, che deve vincere per accedere in finale.
5′ numero di Funes, che scarta due uomini e calcia in diagonale, palla a lato di poco. Anche il River si fa vedere.
6′ Castro vince un contrasto sulla trequarti e si invola verso la porta, uscita provvidenziale di Pumpido, che in scivolata anticipa l’attaccante avversario. Avvio di partita elettrizzante, ad alti ritmi.
8′ bella manovra dell’Argentinos Juniors: da Borghi a Corsi a Olguin, che quasi dal limite prende la mira e colpisce il palo alla destra di Pumpido.
13′ punizione laterale da destra di Borghi per Corsi, assist centrale a Batista, staffilata pazzesca di sinistro, altro palo. L’Argentinos Juniors adesso sta dominando.
19′ cross di Alzamendi da destra, Vidallé esce e anticipa il tapin di Enrique. Respira il River. Il match si mantiene intenso e ricco di emozioni.
21′ fallo di Gutierrez su Hugo Maradona, fratello di Diego, quasi al limite: punizione a giro di Olguin, fuori non di molto.
22′ punizione di Gorosito da sinistra, colpo di testa di Alzamendi da ottima posizione: palla sul fondo.
23′ Alonso per Alzamendi, cross in area, colpo di testa di Funes a colpo sicuro, Vidallé con uno splendido tuffo devia in angolo. Pericoloso anche il River.
39′ fallo di Villalba su Alzamendi sulla trequarti: Gorosito tocca ad Alonso, tiro da fuori, Vidallé vola e abbranca in presa.
40′ River ancora temibile: break di Alzamendi, che trova scoperta la difesa dell’Argentinos Juniors, cross in mezzo, un difensore tocca ma non riesce ad allontanare, arriva in corsa Gordillo, missile terra-aria: alto.
46′ Enrique per Alonso, palla a Gordillo, rasoterra dal limite, blocca Vidallé.

Secondo tempo
6′
Hugo Maradona lavora un bel pallone per Borghi, assist a destra a Castro, tiro in corsa da ottima posizione appena dentro l’area: alto. Secondo tempo comunque che finora sembra meno frizzante del primo.
9′ Maradona ancora per Corsi, gran tiro da fuori, Pumpido vola e devia in angolo con un tuffo meraviglioso.
15′ tentativo di Videla da fuori area, fantastico intervento di Pumpido, che all’indietro con la mano di richiamo leva il pallone da sotto la traversa.
20′ fallo su Maradona sulla trequarti: punizione di Olguin, Pumpido blocca.
26′ spunto da destra di Alzamendi, che salta Domenech e calcia in corsa: alto.
29′ cross di Alzamendi da sinistra, Funes schiaccia in rete di testa. Ma l’arbitro annulla per fuorigioco.
40′ break di Funes, che accelera a sinistra e calcia, palla sull’esterno della rete.
42′ Videla per Martinez, che entra in area ma spara alto sull’uscita di Pumpido. Altra ghiotta opportunità mancata dall’Argentinos Juniors.
45′ Alzamendi da destra per Funes, che controlla e calcia, fuori non di molto.

Pavoni, migliore in campo dell’Argentinos Juniors
[http://www.pesmitidelcalcio.com]

Primo tempo supplementare
7′
errore difensivo di Montenegro, Borghi serve al limite Batista, che è davanti a Pumpido e cerca di piazzare il pallone: fuori. Altra grande occasione per l’Argentinos Juniors.
14′ lungo lancio dalle retrovie di Enrique, Funes controlla in area e serve Alonso, conclusione a botta sicura, Pellegrini ci mette un piede e devia in angolo.

Secondo tempo supplementare
10′
azione personale sulla destra dello scatenato Alzamendi, che resiste a due avversari, entra in area, ma calcia addosso a Pellegrini. Potenziale occasione sprecata dal River.

LE PAGELLE RIVER PLATE
IL MIGLIORE RUGGERI 7
Un muro che respinge qualsiasi insidia. Senso della posizione e grandissimo tempismo, cancella dal campo Borghi e fa girare al largo chiunque transiti dalle sue parti.
Pumpido 7 Altra chiave del pareggio che consente al River di staccare il pass per la finalissima. Nella prima ora di gioco compie una serie di grandissimi interventi, alcuni dal tasso di difficoltà davvero notevole. Sicurezza.
Troglio 6,5 Il suo ingresso ravviva la manovra del River, che diventa più pericolosa. Spreca pochi palloni e gioca sempre in verticale, servendo alcuni invitanti palloni ai compagni.
Alzamendi 6,5 Non una partita facile per l’attacco del River, con l’Argentinos Juniors che tiene il pallino del gioco per la maggioranza del tempo e i biancorossi costretti a provarci in contropiede. Per Alzamendi una partita comunque ottima, con ripartenze e scatti che mettono in difficoltà la retroguardia dei rossi.
Alonso 5,5 È il “cervello” del centrocampo del River, ma non sembra molto rapido e sbaglia non pochi appoggi. In apnea.

LE PAGELLE ARGENTINOS JUNIORS
IL MIGLIORE PAVONI 7
L’alter ego di Ruggeri dall’altra parte del campo. Solido, reattivo, concentrato: non sbaglia un intervento difensivo e cerca anche di far ripartire l’azione. Ottimo anche il veterano Olguin al suo fianco.
Hugo Maradona 6 Non ha la classe del più celebre fratello, ovviamente. Ma dopo un primo tempo abulico, nella ripresa è uno dei più attivi dell’Argentinos Juniors. Gioca largo e si accentra mettendo in mostra buone proprietà tecniche, qualche slalom degno di nota e visione di gioco.
Batista 5,5 Compassato e geometrico, come sempre. Tocca diversi palloni, non sempre con la necessaria lucidità in regia, anche se si prodiga in alcuni validi recuperi. Prende un palo con una sassata da fuori, ma spreca un’opportunità ghiottissima nei supplementari.
Borghi 5 La grande delusione della serata. A parte un paio di buoni palloni recapitati ai compagni non si vede mai e viene disinnescato dalla difesa del River. Capisce presto che in area di rigore troverà poco spazio, così si allarga in cerca di qualche giocata di qualità. Inutilmente.

La sintesi del match

Seguici

Altre storie di Goals

1960: Racing Parigi-Santos 1-4

Nella finale del torneo di Parigi del 1960 (al quale hanno partecipato anche l’altra formazione francese del Reims e i bulgari del Sofia), il Santos

1980: Brasile-Cile 2-1

Immagine di copertina: Toninho Cerezo in azione Amichevole di prestigio a Belo Horizonte tra Brasile e Cile. Successo della nazionale di casa per 2-1, un

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.