Libertadores 1982 Seconda fase: Penarol-Flamengo 1-0

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Immagine di copertina: una formazione del Penarol [https://pesstatsdatabase.com]

Agonismo e lampi di grande calcio in Penarol-Flamengo, match che inaugura il girone finale della Libertadores 1982, gruppo che comprende anche gli argentini del River Plate. La prima del girone affronterà nella finalissima la vincente del gruppo con Cobreloa, Olimpia Asuncion e Deportes Tolima. Il Penarol si impone grazie a una rete di Vargas nel secondo tempo ed è un successo meritato: gli uruguaiani riescono a inaridire le principali fonti di gioco avversarie (Zico è ben contenuto e quasi non pervenuto) e costruire più gioco e più occasioni.

Penarol: Fernandez – Olivera, Diogo, Bossio, Gutierrez – Vargas, Saralegui, Morales, Silva (st 24′ Coquito) – Jair, Morena.
Flamengo: Cantarele – Leandro, Marinho, Figuereido, Junior – Wilsinho (st 1′ Popeia), Adilio, Vitor (st 25′ Peu), Lico – Nunes, Zico.

Primo tempo
2′
fallo di Olivera su Lico a sinistra: punizione meravigliosa di Zico, Fernandez vola e toglie il pallone dal “sette”.
4′ errore di Leandro, Morena fugge sulla sinistra, cross in mezzo, Silva da pochi passi manca la deviazione di testa.
12′ occasione per il Penarol: mischia nell’area del Flamengo, Saralegui calcia a mezza altezza, ma trova l’opposizione di Figuereido che devia con il corpo davanti a Cantarele.
17′ discesa di Morena che brucia la difesa del Flamengo a destra, cross sul secondo palo, Jair arriva mal coordinato e manda alto di testa. Insistono gli uruguaiani.
29′ Vargas per Silva, che tenta di sorprendere Cantarele con un tiro da lontano, il portiere del Flamengo devia in angolo. Gara a ritmi non elevati, che si accende con fiammate improvvise.
31′ gran palla in verticale di Adilio per Nunes, che è solo davanti a Fernandez, ma gli calcia addosso clamorosamente. Finora è la miglior occasione per il Flamengo.
36′ punizione sulla trequarti di Jair, palla in area, triangolo di testa Morena-Vargas-Morena, il cui tentativo è bloccato a terra da Cantarele.
40′ Morena per Jair, che smarca a sinistra Silva, tocco vellutato sull’uscita di Cantarele, Leandro salva quasi sulla linea.
44′ Jair per Silva, che supera Figuereido e tocca in mezzo per Morena, l’attaccante uruguaiano non riesce a dare potenza al tiro e Cantarele neutralizza. Altra ottima chance per il Penarol, che meriterebbe il vantaggio.

Una fase del match

Secondo tempo
9′
Morena per Vargas che supera Cantarele in pallonetto cercando Jair sul secondo palo, la difesa del Flamengo riesce a liberare l’area piccola.
13′ lancio di Nunes a sinistra, velo fantastico di Zico che apre il contropiede di Adilio, il centrocampista brasiliano accelera, entra in area e calcia di destro in diagonale, Fernandez respinge. Finalmente una grande azione del Flamengo.
16′ punizione da sinistra di Jair a giro, Cantarele blocca sul primo palo.
20′ GOL PENAROL Fallo di Popeia su Silva a sinistra. Punizione di Jair, Vargas di testa brucia Cantarele in uscita e mette dentro.
22′ triangolo sulla destra Morena-Vargas-Morena, conclusione in corsa, Cantarele devia con un guizzo.
28′ Adilio apre a sinistra per Nunes, diagonale appena dentro l’area, palla larga non di molto. Il Flamengo prova a riaprire il match, ma va troppo a ondate.
33′ Marinho in verticale per Peu, lancio per Zico, che scatta sul filo del fuorigioco, controlla e calcia di sinistro, grande risposta di Fernandez in tuffo.
42′ Coquito innesca Morena, Cantarele esce e respinge di testa riuscendo ad anticipare l’attaccante uruguaiano, la palla giunge a Jair che quasi da centrocampo tenta un lungo pallonetto stile Pelé contro la Cecoslovacchia nel Mondiale ’70, la palla esce di poco.

LE PAGELLE PENAROL
IL MIGLIORE VARGAS 7
Una zanzara che punge per tutto il match la lenta e prevedibile difesa brasiliana. Certi scambi nello stretto con Morena sono da applausi. Suo il gol di astuzia e potenza che decide l’incontro.
Jair 7 Il brasiliano del Penarol si muove tra le linee, tesse tutto il gioco offensivo degli uruguaiani, offre l’assist a Vargas per il gol e sfiora la realizzazione personale con un clamoroso tentativo dalla distanza.
Fernandez 6,5 Sempre attento e concentrato, respinge tutte le insidie portate dagli avversari con interventi di ottima fattura.
Morena 6,5 Lavora molto per la squadra, non rimanendo fisso nella posizione di centravanti, ma uscendo spesso dall’area e cercando il dialogo con i compagni.

LE PAGELLE FLAMENGO
IL MIGLIORE ADILIO 6,5
Solidità e intelligenza, ottimo senso della posizione, non si risparmia mai. Bravo anche a innescare le punte in più occasioni. Si conferma un giocatore di ottimo dinamismo e buona qualità.
Marinho 6,5 Il migliore della difesa brasiliana, perde pochi contrasti ed esce in modo autorevole da alcune situazioni spinose.
Leandro-Junior 5 I due terzini del Flamengo, solitamente un valore aggiunto nella costruzione del gioco, restano molto bloccati nelle retrovie e vanno anche in difficoltà in fase difensiva, palesando lentezza e qualche amnesia di troppo contro la velocità degli esterni avversari Vargas e Silva.
Zico 5 Anche lui sul banco degli imputati. Perché a parte una splendida punizione in avvio e un tiro in corsa nella ripresa ben rintuzzato da Fernandez, non si vede mai e il più delle volte viene fermato dalla sempre concentrata difesa uruguaiana non appena prende palla.

Una sintesi dell’incontro

Seguici

Altre storie di Goals

Quanto è stato grande Ferenc Puskás?

Precoce, talentuoso, longevo. Carismatico come Cristiano Ronaldo, geniale come Messi. Vi raccontiamo chi era Ferenc Puskás: una leggenda che non dovrà mai essere dimenticata

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.