Cerca
Close this search box.

1992 Girone A: Sampdoria-Stella Rossa 2-0

Condividi articolo:

Vialli e Mancini, i gemelli del gol blucerchiati,
entrambi in rete contro la Stella Rossa (www.wikipedia.it)

Successo pesantissimo della Sampdoria nella prima partita del girone che dà accesso alla finale di Wembley. I blucerchiati superano con grande autorevolezza i campioni d’Europa in carica, a dire il vero falcidiati da diversi infortuni, che non riescono mai a calciare in porta. Dopo un primo tempo povero di occasioni, la Samp cresce decisamente nella ripresa legittimando il vantaggio. Assoluto mattatore dell’incontro, il capitano e numero 10 sampdoriano Roberto Mancini.

Sampdoria: Pagliuca – Mannini, Lanna, Viercowood, Katanec – Lombardo, Pari, Cerezo (st 38′ Invernizzi), Bonetti – Vialli, Mancini.
Stella Rossa: Milojevic – Radinovic, Nedeljkovic, Najdoski, Vasilijevic – Stosic, Jugovic, Ratkovic, Mihajilovic – Ivic (st 23′ Jovanovic), Pancev.

Primo tempo
7′ GOL SAMPDORIA Triangolo Mancini-Vialli-Mancini, che tocca al limite sull’uscita di Milojevic e infila il palo lontano. Tiro sporcato anche dall’intervento di Nedeljkovic.
32′ uscita disperata di Milosevic per anticipare Lombardo lanciato a rete. Partita dai ritmi blandi e con pochissime occasioni finora.
41′ lungo rinvio di Pagliuca, Katanec prende la mira quasi dal limite e calcia, il tiro rimpallato da un difensore esce di pochissimo sul fondo.

Lombardo in azione (www.youtube.com)

Secondo tempo
5′ azione ben costruita dalla Samp, Lombardo per Cerezo, da questi a Viercowood, conclusione da fuori, blocca Milojevic.
8′ fuga di Mancini a sinistra, cross in mezzo, Cerezo prolunga di testa, tentativo al volo un po’ velleitario di Vialli, Milojevic neutralizza senza difficoltà.
26′ tracciante di Lombardo da fuori area, Milojevic devia in corner in tuffo.
28′ GOL SAMPDORIA Lungo lancio di Mancini dalla difesa, Vialli controlla e calcia rasoterra di prima intenzione, Milojevic si fa scivolare sotto le gambe il pallone che finisce in rete.

LE PAGELLE SAMPDORIA
IL MIGLIORE MANCINI 7,5: un piacere per gli occhi. Segna l’1-0 con la complicità di Nedeljkovic, poi regala sprazzi di grandi calcio tra colpi di tacco, aperture e accelerazioni. Sublima una prestazione da mvp con il lancio per Vialli che vale il 2-0.
Cerezo 7: inesaurabile, tocca una quantità industriale di palloni ed è sempre nel posto giusto al momento giusto. Domina sui centrocampisti avversari.
Vialli 6,5: nei momenti decisivi risponde presente, con l’assist per Mancini e il gol del raddoppio. In altri momenti appare un po’ troppo frettoloso e poco lucido nelle scelte.
Lombardo 6,5: corsa e polmoni, si impegna al massimo mettendo in crisi i difensori slavi e sfiorando il gol con un gran tiro da lontano.

LE PAGELLE STELLA ROSSA
IL MIGLIORE JUGOVIC 6: uno dei pochi a non perdere mai la calma, cerca di giocare ogni pallone nell’interesse dei compagni e assistere l’azione offensiva. Peccato per lui che la Stella Rossa viva una serata particolarmente complicata soprattutto in avanti.
Mihajilovic 5,5: uno dei più attesi, ma sulla fascia mancina si vede pochino e non riesce mai ad accendersi, nemmeno su punizione, suo proverbiale marchio di fabbrica.
Milojevic 5,5: alcuni buoni interventi, ma rovina tutto facendosi passare il tiro di Vialli sotto le gambe.
Pancev 5: disinnescato dalla difesa doriana, non vede biglia. Ha una sola potenziale occasione nel finale, ma il suo colpo di testa non impensierisce l’attento Pagliuca.

Niccolò Mello

La sintesi del match

Seguici

Altre storie di Goals

Le 5 migliori squadre europee dal 1986 al 1990

La memoria collettiva italiana racconta gli anni ’80 come un’epoca trionfale, non senza fondamento, ma chi scrive ritiene indispensabili alcune precisazioni: se nel complesso il

1968 Semifinali: Jugoslavia-Inghilterra 1-0

Immagine di copertina: il gol decisivo di Dzajic Al termine di una semifinale poco emozionante, l’Inghilterra campione del mondo in carica e grande favorita viene

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.