1991 Ottavi ritorno: Spartak Mosca-Napoli 5-3 dcr (0-0)

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Maradona a Mosca [https://tuttocalcio360.altervista.org]

Il Napoli dà l’addio alla Coppa Campioni nel gelo di Mosca. La squadra di Bigon esce ai rigori, al termine di uno 0-0 che non ha regalato grandi emozioni. Meglio i russi nel primo tempo, meglio gli azzurri nel secondo e nei supplementari. L’eliminazione segna di fatto il tramonto del ciclo d’oro targato Maradona: il Pibe de Oro si rifiuta di viaggiare con la squadra, raggiunge Mosca per conto proprio e per punizione viene mandato in panchina. Entra solo al 20′ della ripresa, ma non riesce a incidere se non con qualche sparuto lampo isolato.


Spartak Mosca: Cherchesov – Bazuel, Pozdniakov, Popov – Gradilenko, Perepadenko, Karpin, Kulkov, Shalimov – Mostovoj, Schmarov.
Napoli: Galli – Ferrara, Baroni, Corradini, Francini – Crippa, Alemao, De Napoli – Zola (st 20′ Maradona), Mauro – Incocciati.

Primo tempo
9′ punizione di Mostovoj da destra, la difesa del Napoli non riesce ad allontanare, Popov calcia a colpo sicuro, grande riflesso di Galli che devia con i piedi.
18′ Kulkov per Perepadenko sulla destra, cross in mezzo, colpo di testa potente di Mostovoj, palla fuori non di molto. Spartak Mosca più reattivo del Napoli in questo avvio.
39′ lungo lancio di Perepadenko che sorprende la difesa del Napoli, Schmarov tenta il pallonetto quasi dal limite, Galli salva intervenendo con le mani fuori area e viene ammonito. Grande rischio per gli azzurri. Match molto tattico e bloccato, con pochissime emozioni.

Secondo tempo
14′ Incocciati guadagna una punizione quasi dal limite: è sempre lui a calciarla, palla di poco alta. E’ il primo squillo del Napoli verso la porta avversaria.
18′ Alemao avanza e tenta di sorprendere Cherchesov dal limite, il portiere russo blocca in presa. Napoli un po’ più convinto in questo secondo tempo. Nel frattempo, sullo stadio si è posata una fitta coltre di nebbia.
21′ Incocciati si libera di un avversario al limite e colpisce il palo con un destro a giro. Russi in difficoltà adesso.
32′ cross di Maradona da sinistra, sponda aerea di Mauro per Francini, che di testa da un metro non riesce ad angolare, Cherchesov neutralizza. Altra ghiotta opportunità per gli azzurri.
38′ punizione di Maradona, che pesca Incocciati in area, diagonale a pelo d’erba a lato di pochissimo.
46′ doppio dribbling di Schmarov al limite e tiro angolato, anche se un po’ debole, Galli ci arriva. Campo ghiacciato e sempre più impraticabile.

Il momento dell’ingresso in campo di Maradona [https://www.fanpage.it]

Primo tempo supplementare
12′ Maradona si guadagna una punizione dal limite e calcia a giro, traiettoria un po’ prevedibile, Cherchesov para senza problemi.

Secondo tempo supplementare
4′ Perepadenko ci prova da fuori, Galli c’è. La partita si trascina al 120′ senza altri sussulti.

Rigori
Karpin (S): gol, palla nell’angolino sinistro, imprendibile. 1-0 SPARTAK MOSCA
Ferrara (N): gol, un proiettile che si infila nel “sette” a destra. 1-1 NAPOLI
Shalimov (S): gol, palla nell’angolo alto a sinistra. 2-1 SPARTAK MOSCA
Mauro (N): gol, il pallone viene deviato da Cherchesov, colpisce il palo interno e si infila in rete. 2-2 NAPOLI
Schmarov (S): gol, tiro abbastanza angolato sulla destra, Galli spiazzato. 3-2 SPARTAK MOSCA
Baroni (N): fuori, il difensore angola troppo la conclusione, pallone sul fondo. 3-2 SPARTAK MOSCA
Kulkov (S): gol, palla nell’angolino sinistro, dove Galli non può arrivare. 4-2 SPARTAK MOSCA
Maradona (N): gol, pallone nell’angolo sinistro, Cherchesov immobile. 4-3 SPARTAK MOSCA
Mostovoj (S): gol, palla nell’angolo sinistro, Galli intuisce, ma non ci arriva. 5-3 SPARTAK MOSCA

Un articolo di giornale del tempo

LE PAGELLE SPARTAK MOSCA
IL MIGLIORE KULKOV 6,5: ordinato e preciso, raffina il gioco e dai suoi piedi partono giocate raramente banali. Freddo nella trasformazione del rigore. Caterpillar.
Mostovoj 6,5: dopo un buon primo tempo, sparisce gradatamente dai radar, isolato in avanti. Utile in fase di non possesso. Realizza il rigore decisivo, che spinge i russi alla sfida contro il Real Madrid ai quarti di finale.
Pozdniakov 6,5: il migliore del pacchetto arretrato, bravo non solo a chiudere in prima persona, ma anche a salire con buona costanza per dare manforte all’azione offensiva.
Schmarov 6: lotta contro la difesa del Napoli, ha una buona occasione nel primo tempo, per il resto gioca molto di sponda e si fa valere.

LE PAGELLE NAPOLI
IL MIGLIORE FERRARA 6,5: prestazione di assoluta personalità del giovane capitano. Nessuna sbavatura in difesa, sempre solido e concentrato. Abile anche dal dischetto. Sicuramente il più positivo del Napoli.
Alemao 6: viaggia a corrente alternata. Recupera diversi palloni, corre ovunque, ma a volte manca di lucidità e sbaglia gli appoggi più elementari.
Incocciati 6: si impegna, esattamente come mostrato all’andata, colpisce un palo, va vicino al gol con un bel diagonale. Lottatore sfortunato.
Maradona 5,5: regala qualche pillola di classe, vedi l’assist per Incocciati nel secondo tempo. Però non ha la brillantezza dei giorni migliori. L’eliminazione segna di fatto l’addio al Napoli e al calcio italiano e il suo declino ad alti livelli.
Zola 5: la grande delusione della serata. Non è facile, per uno con il suo fisico, imporsi su un terreno di gioco del genere, però era lecito attendersi comunque qualche giocata illuminante sul fronte offensivo. Invece, vaga per il campo per un’ora senza mai trovare lo spiraglio giusto.
Baroni 5: prova sufficiente, però quell’errore – abbastanza evidente – sul dischetto condanna il Napoli all’eliminazione.

Sintesi del match

Seguici

Altre storie di Goals

1960: Racing Parigi-Santos 1-4

Nella finale del torneo di Parigi del 1960 (al quale hanno partecipato anche l’altra formazione francese del Reims e i bulgari del Sofia), il Santos

1980: Brasile-Cile 2-1

Immagine di copertina: Toninho Cerezo in azione Amichevole di prestigio a Belo Horizonte tra Brasile e Cile. Successo della nazionale di casa per 2-1, un

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.