Cerca
Close this search box.

1986 Quarti ritorno: Juventus-Barcellona 1-1

Condividi articolo:

I giocatori della Juventus: delusione sui loro volti

Un grande primo tempo non basta alla Juventus per ribaltare lo 0-1 dell’andata e qualificarsi per le semifinali. Ottimo l’approccio al match dei bianconeri, subito aggressivi, ma incapaci di capitalizzare diverse azioni da gol, quasi tutte fallite dall’attaccante di scorta Pacione. Il Barcellona trova la rete del vantaggio in modo fortuito, subisce il pari di Platini, ma nella ripresa gioca bene – con un’ottima organizzazione difensiva – e non rischia più nulla, mentre la Juve sorprendentemente spegne la luce.


Juventus: Tacconi – Scirea – Favero, Brio, Cabrini – Mauro (st 34′ Bonetti), Manfredonia, Bonini (st 17′ Pin) – Platini – Pacione, Laudrup.
Barcellona: Urruti – Gerardo, Migueli, Alexanco, Julio Alberto – Carrasco, Victor (st 37′ Manolo), Moratalla, Caldere – Esteban, Archibald (st 5′ Amarilla).

Primo tempo
2′ punizione di Mauro dalla trequarti destra, colpo di testa a centro area di Pacione, palla fuori non di molto. Partenza subito aggressiva della Juventus.
11′ da Esteban ad Archibald, tiro dal limite, Tacconi c’è.
14′ Bonini batte un corner corto a destra per Brio, da questi centralmente a Platini, che cerca di piazzare il pallone dal limite, pallone a lato di pochissimo.
17′ Laudrup sfrutta un rimpallo favorevole, entra in area marcato da Gerardo e pesca al limite dell’area piccola Pacione, l’attaccante della Juventus però manca clamorosamente l’impatto con la palla e l’azione sfuma.
19′ punizione per la Juventus da destra di Mauro, sponda aerea di un giocatore bianconero al limite, tentativo di controbalzo di Cabrini da sinistra, alto di poco. La Juventus sta mettendo alle corde il Barcellona.
23′ Platini per Laudrup, che allarga a destra per Mauro, cross nell’area piccola, Pacione cerca di intervenire in scivolata ma non trova ancora l’impatto con il pallone.
29′ devastante affondo di Laudrup a destra, cross con il contagiri, Urruti anticipa il tapin di Pacione con una bella uscita. La Juventus sta dominando, ma non riesce a segnare.
30′ GOL BARCELLONA Lungo traversone di Victor da sinistra sul secondo palo, Archibald colpisce di testa, papera di Tacconi che con una mano spedisce la palla nella propria porta. Che beffa per la Juventus.
32′ tiro-cross pericolosissimo di Julio Alberto da sinistra, nessuno si fa trovare pronto per la deviazione vincente. Bianconeri ancora un po’ scossi dalla rete subita.
33′ Manfredonia per Platini, che salta Urruti, ma è troppo defilato e non trova la porta.
36′ fallo su Bonini al limite, morbida punizione di Platini a giro, fuori di poco.

Platini esulta dopo il gol [www.youtube.com]

39′ Bonini per Platini, che apre per Mauro, palla in area, sponda di Laudrup per Pacione, che calcia senza pensarci due volte, Urruti respinge di piede.
44′ GOL JUVENTUS Imbucata di Laudrup per Platini, che entra in area e batte Urruti con un tocco delizioso sul secondo palo.

Secondo tempo
9′ tentativo di Platini dal vertice sinistro dell’area dopo un corner, Urruti si rifugia ancora in calcio d’angolo.
22′ cross di Pin da destra, Urruti esce e tocca con i pugni, palla a Cabrini al limite, ottima uscita del portiere spagnolo che impedisce la conclusione al giocatore juventino. La Juventus non sembra avere più molte energie, il Barcellona è molto più organizzato in questo secondo tempo e non sta rischiando più nulla.
31′ Laudrup per Platini, che appoggia a Mauro, tiro dal limite, Urruti c’è.
44′ fallo su Laudrup quasi al limite, punizione a girare di Platini, Urruti respinge.

LE PAGELLE JUVENTUS
IL MIGLIORE PLATINI 6,5: irradia il match con tante giocate di qualità, tra cui il gol del pareggio, ma a volte dà l’idea di avere troppa fretta di voler chiudere l’azione e appare un po’ troppo nervoso. Ad ogni modo si conferma il giocatore più importante della Juve: quando lui si accende, tutta la manovra ne trae beneficio.
Laudrup 6,5: gioca un primo tempo straordinario per intensità, grinta, corsa e visione di gioco. Serve un paio di palloni d’oro a Pacione che spreca e uno a Platini, che invece finalizza. Cala nella ripresa come il resto dei compagni, proprio nel momento in cui bisognerebbe invece dare tutto per completare la rimonta.

Testa bassa per i bianconeri,
eliminati da una squadra sulla carta inferiore

Scirea 6,5: il solito ottimo movimento senza palla in avanti per dare manforte all’organizzazione del gioco. Dietro è prezioso sulle diagonali e negli interventi in seconda battuta.
Tacconi 5: da eroe nella finale con il Liverpool a responsabile nel ko contro il Barcellona: devia con una mano il colpo di testa, che sembrava innocuo di Archibald, nella propria porta. Serataccia.
Pacione 4,5: ha diverse occasioni e le fallisce tutte. Nel secondo tempo sparisce totalmente dai radar.

LE PAGELLE BARCELLONA
IL MIGLIORE URRUTI 6,5: nessun intervento particolarmente difficile, ma una costante ed efficace difesa della propria porta che dà i suoi frutti.
Julio Alberto 6,5: dopo l’ottima partita di andata, si conferma anche al ritorno. Preciso e concentrato, sbaglia davvero pochi palloni.
Archibald 6,5: si vede con il contagocce, ma risulta ugualmente determinante con quel colpo di testa alla mezzora del primo tempo che sorprende Tacconi e la difesa juventina. Esce dopo una manciata di minuti nella ripresa.

Niccolò Mello

Highliths del match

Seguici

Altre storie di Goals

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.