1965 Quarti ritorno: Real Madrid-Benfica 2-1

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Puskas ed Eusebio [https://medias.lequipe.fr]

Forte del 5-1 maturato in casa, il Benfica può permettersi il lusso di perdere 2-1 nel ritorno al Santiago Bernabeu e qualificarsi per le semifinali. Il Real Madrid ha il merito di provarci, anche se l’impresa è davvero proibitiva. Passati in vantaggio con un gol di Grosso, gli spagnoli tengono maggiormente il pallino del gioco, ma il Benfica colpisce in contropiede con Eusebio. Puskas sbaglia un rigore e poi riporta avanti il Real. I “blancos” vanno anche vicini al 3-1 contro un Benfica che nel finale si limita a controllare.


Real Madrid: Betancourt – Miera, Santamaria, Sanchis – Pirri, Zoco, Muller – Serena, Puskas, Gento – Grosso.
Benfica: Costa Pereira – Cavem, Germano, Raul, Cruz – Perides, Coluna – Josè Augusto, Eusebio, Simoes – Torres.

Primo tempo
10′ GOL REAL MADRID Puskas sulla trequarti pennella uno splendido pallone in area per Grosso, che di testa sorprende Costa Pereira e infila l’angolo.
11′ punizione violentissima di Eusebio, Betancourt abbranca in presa. Match subito nel vivo.
19′ azione manovrata del Real, Zoco serve in area Puskas, che carica il sinistro, tiro un po’ strozzato, blocca Costa Pereira.
22′ Eusebio prende la mira da fuori e scocca un destro potente, Betancourt ci arriva in presa plastica.
26′ furenti proteste dei giocatori del Real Madrid per un fallo di un difensore portoghese in area su Puskas. Il contatto sembra esserci, il rigore poteva starci. L’arbitro però fa proseguire.
28′ numero di Eusebio sulla destra, tiro-cross insidioso in area, Simoes sull’altro lato non riesce a deviare verso la porta.
29′ lancio di Santamaria dalle retrovie per Grosso, che supera Germano in tunnel e calcia dal limite: palla alta di poco. Incontro divertente e spumeggiante.
31′ fuga di Gento a sinistra, cross in mezzo all’area, destro di Serena, traiettoria centrale, Costa Pereira c’è.
34′ Eusebio segna dopo una ripartenza, ma l’arbitro aveva già segnalato il fuorigioco.
40′ GOL BENFICA Eusebio apre a destra per Torres, che supera in velocità Santamaria, cross deviato che inganna Betancourt, Eusebio si fionda sul pallone e realizza da pochi passi.

Il rigore sbagliato da Puskas [www.youtube.com]

Secondo tempo
1′ discesa sulla destra di Pirri, palla in area per Serena che spara alto da ottima posizione.
5′ tentativo di Torres in area dopo un calcio di punizione, pallone sul fondo.
10′ Gento steso platealmente in area da Raul. Rigore netto. Puskas calcia malissimo, centrale e debole, Costa Pereira neutralizza senza difficoltà. Se ne vanno le ultime speranze del Real Madrid di abbozzare una rimonta.
12′ Perides sfiora il gol con un sinistro da fuori al volo dopo una percussione di Eusebio a destra.
17′ Zoco per Puskas, lancio per Grosso, che scarta Costa Pereira ma si allunga troppo il pallone e calcia sul palo esterno. Altra occasione d’oro divorata dagli spagnoli.
19′ fallo di mani di Costa Pereira al limite dell’area. Punizione di Puskas a mezza altezza, pallone sul fondo non di tanto.
21′ colpo di testa di Josè Augusto in area piccola, Eusebio al volo calcia alto sull’uscita di Betancourt.
25′ GOL REAL MADRID Gento da sinistra serve al limite Puskas, sassata violentissima rasoterra dell’attaccante ungherese e pallone nell’angolino, imparabile.
30′ il Real Madrid non demorde: tentativo di Zoco dal limite, para Costa Pereira.
33′ splendida azione corale degli spagnoli, con il pallone che passa tra diversi giocatori prima di un colpo di testa da distanza ravvicinata di Grosso, Costa Pereira neutralizza con un tuffo all’indietro.
35′ calcetto di Eusebio a Muller a palla lontana. Il giocatore francese rimane a terra. Vibranti proteste degli spagnoli che chiedono il rosso per Eusebio, ma l’arbitro non estrae cartellini. Match nervoso in questo finale.

LE PAGELLE REAL MADRID
IL MIGLIORE PUSKAS 6,5: croce e delizia del Real. Sbaglia un rigore calciando malissimo (davvero strano per uno come lui), però serve l’assist per l’1-0 di Grosso e realizza il 2-1 con un sinistro precisissimo e potentissimo. Ha 38 anni, una visibile pancetta e un’autonomia ridotta, ma i colpi del fuoriclasse ci sono sempre.
Gento 6,5: si accende nel secondo tempo dopo un primo un po’ in ombra. Si procura il rigore e serve a Puskas la palla della vittoria. Guizzante.

Zoco, uno dei migliori [www.sport24.gr]

Zoco-Muller 6,5: affiatati, dinamici e intraprendenti. Tengono in piedi il centrocampo del Real proponendo gioco e recuperando palloni in continuazione.
Santamaria 6: buon senso della posizione e buone chiusure difensive, ma si fa scappare Torres nell’azione che porta al gol di Eusebio. Sarebbe ad ogni modo cambiato poco: la rimonta per il Real Madrid era ai limiti dell’impossibile.

LE PAGELLE BENFICA
IL MIGLIORE EUSEBIO 7: un po’ nervoso nel finale, però è una spina conficcata nel fianco della difesa madridista. Segna, dribbla, crea pericoli, gioca per i compagni: attaccante totale. E’ nei suoi anni migliori della carriera. Non a caso proprio nel ’65 otterrà il Pallone d’Oro.
Costa Pereira 6,5: lo stile è forse un po’ rivedibile, però è efficace. Ferma diversi tentativi insidiosi degli spagnoli. L’errore di Puskas dal dischetto è più demerito dell’attaccante madridista che merito suo.
Coluna 6,5: fatica un po’ a creare gioco, però si mette al servizio della squadra e cresce con il passare dei minuti. Sostanza, grinta e temperamento.
Simoes 5: una serata con pochi guizzi. Confinato sull’out mancino, non riesce ad accendersi, poco cercato dai compagni e ben controllato dalla difesa spagnola.

Niccolò Mello

La sintesi dell’incontro

Seguici

Altre storie di Goals

1979 Girone B: Brasile-Argentina 2-1

Immagine di copertina: Maradona e Zico Davanti a un Maracanã gremito (130mila spettatori) il Brasile batte 2-1 l’Argentina nella seconda giornata del girone B che

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.