1971 Brasile-Austria 1-1

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Nella foto di copertina: Zequinha, uno dei migliori del Brasile
[www.pinterest.es]

Al Morumbì di San Paolo, l’Austria blocca un Brasile tutt’altro che eccezionale sul pareggio. È l’ultimo gol di Pelé in nazionale: il Re gioca solo il primo tempo, poi viene sostituito da Paulo Cesar. Forse con lui in campo, i verdeoro – che subiscono il pari di Jara – avrebbero portato via l’intera posta, chissà. Resta il fatto che la squadra di casa viaggia molto a corrente alternata, mentre gli ospiti ci mettono grinta e sostanza e portano via un pareggio che per il prestigio vale oro.

Brasile: Felix – Zé Maria, Brito, Piazza, Everaldo (st 1′ Marco Antonio) – Gerson, Clodoaldo – Zequinha, Pelé (st 1′ Paulo Cesar), Rivelino – Tostao.
Austria: Rettensteiner – Schmidradner, Eigenstiller, Jagodic, Sturmberger – Hof, Kodat, Kickersberger – Ettmayer – Stering, Jara.

Primo tempo
3′
punizione di Rivelino dal limite, palla fuori di un metro.
12′ dribbling di Ettmayer e sinistro da fuori area, Fliex c’è.
16′ punizione da sinistra di Rivelino, triangolo Zequinha-Pelé-Zequinha, tiro improvviso, Rettensteiner blocca a terra.
23′ Hof ruba palla ai brasiliani sulla trequarti e calcia di destro, pallone sul fondo di un metro.
33′ GOL BRASILE Pelé a centrocampo apre a destra per Zequinha, l’ala dribbla un avversario e mette in mezzo all’area, Pelé arriva in corsa e di piatto destro infila l’angolino.
35′ iniziativa sulla destra di Hof, che si accentra e calcia sul primo palo, Felix devia in angolo.

Secondo tempo
1′
subito un brivido per la difesa del Brasile: tracciante di Jara da fuori area, Felix salva in corner con un grande intervento.
3′ cross da sinistra di Marco Antonio, Zequinha e Rivelino mancano di un soffio la deviazione vincente sotto porta.
9′ GOL AUSTRIA Cross dalla destra di Rumm, Jara si coordina dal limite e colpisce al volo: palla nell’angolino, imparabile. Gran gol del giocatore austriaco.
10′ Rivelino innesca a destra Zequinha, diagonale in corsa sul fondo. Prova subito a reagire il Brasile.
26′ cross di Tostao da sinistra, Kodat mette fuori di testa, ci prova di controbalzo Paulo Cesar, volo plastico di Rettensteiner che devia in angolo.
30′ Rivelino ci prova su punizione, tiro un po’ telefonato, Rettensteiner blocca a terra.
32′ Gerson per Tostao che si gira dal limite e calcia: alto.
36′ occasione clamorosa per il Brasile: Zequinha mette in mezzo da destra, Tostao arriva in corsa al limite dell’area piccola, ma manda alto.
38′ verticalizzazione di Rivelino per Tostao, uscita provvidenziale di Rettensteiner che respinge, Rivelino scivola sul pallone sulla ribattuta e l’azione sfuma.
42′ fallo su Gerson al limite, punizione velenosa di Rivelino, Rettensteiner salva in due tempi.

Gli highlights del match

LE PAGELLE BRASILE
IL MIGLIORE PELE’ 6,5
Gioca solo il primo tempo ed è un peccato visto che, pur non toccando moltissimi palloni, le giocate più belle del Brasile le fa vedere lui. Da applausi sia un’apertura con cui smarca Zequinha sulla destra sia il gol, un’azione che lui stesso avvia e conclude inserendosi in area senza palla.
Gerson 6,5 Metronomo del gioco brasiliano, il solito faro che dispensa palloni e organizza la manovra. Cardine indispensabile.
Zequinha 6,5 Non fa rimpiangere Jairzinho. Suo l’assist del gol, i compagni lo cercano spesso e lui punta l’uomo con una certa efficacia. Forse manca un po’ di lucidità al momento del tiro.
Rivelino 6 Alterna ottime verticalizzazioni, qualche punizione discreta e diverse pause. Intermittente.
Tostao 5 Come nell’amichevole del 1970 anche in questa fatica a farsi largo nelle maglie della difesa austriaca. Si divora un gol solo davanti a Rettensteiner.

LE PAGELLE AUSTRIA
IL MIGLIORE JARA 7
Fa le prove generali del gol con un siluro che Felix neutralizza a inizio ripresa. Pochi minuti dopo estrae dal cilindro una giocata meravigliosa, imbucando al volo dal limite. Una giornata che non dimenticherà facilmente.
Ettmayer 6,5 È il Gerson austriaco. Rincula in difesa, sradica e amministra palloni, detta i tempi. Molto solido.
Rettensteiner 6,5 Pur senza raggiungere i picchi dell’amichevole dell’anno precedente, fa nuovamente in pieno la sua parte, salvando il risultato con alcuni ottimi interventi.

Seguici

Altre storie di Goals

Ah, Sudamerica!

Giorni di grande calcio e grande passione in Sudamerica.Dall’anniversario della morte di Diego Armando Maradona il 25 novembre alla finale di Coppa Libertadores 2021 tra

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.