Cerca
Close this search box.

1969 Coppa Campioni Intercontinentali: Santos-Penarol 2-0

Condividi articolo:

Pelé in maglia Santos [https://the18.com/soccer-news]

Il Santos regola 2-0 il Penarol, in una partita valida per la Supercoppa dei Campioni Intercontinentali, competizione disputata solo nel 1968 e 1969 tra le squadre sudamericane vincitrici in passato delle Coppe Intercontinentali. All’edizione del 1969 partecipano anche Racing Avellaneda ed Estudiantes. È il Penarol – squadra molto forte e ricca di campioni quali Mazurkiewciz, Figueroa e Rocha – a vincere l’edizione 1969 (succedendo nell’albo d’oro proprio al Santos), ma in questo incontro disputato in Brasile la formazione uruguayana deve chinare la testa di fronte a Pelé e compagni.


Santos: Jair – Carlos Alberto, Joel, Delgado, Rildo – Nené, Clodoaldo – Manoel Maria, Pelé, Edu – Luiz Carlos.
Penarol: Mazurkiewicz – Figueroa – Forlan, Matosas, Caetano – Rocha, Goncalves (st 32′ Viera) – Acuna, Onega, Losada – Spencer (st 14′ Joya).

Primo tempo
12′ doppio dribbling di Luiz Carlos che serve Pelé nello spazio, uscita a valanga di Mazurkiewicz che salva tutto.
21′ da Goncalves a Matosas, che verticalità per Losana, conclusione violenta, Jair respinge.
22′ Losada serve Rocha, tiro da fuori, para Jair. Inizio a ritmi molto blandi.
32′ Luiz Carlo per Edu, conclusione da lontano, Mazurkiewicz blocca a terra.
33′ scambio Manoel Maria-Nené-Manoel Maria, che entra in area e supera Mazurkiewicz con un tocco vellutato sul palo lontano, Figueroa riesce a salvare sulla linea.
35′ Carlos Alberto serve centralmente Clodoaldo, tiro rasoterra, para Mazurkiewicz.
36′ Manoel Maria per Luiz Carlos al limite, tocco per Pelé, conclusione immediata, sporcata da un difensore, la palla esce di pochissimo. Sta crescendo Pelé e sta crescendo il Santos.
41′ Pelé avanza e serve Luiz Carlos, che spara dal limite: alto.
43′ Acuna pesca Spencer sul lato sinistro dell’area, ma la conclusione dell’attaccante del Penarol è sbilenca: palla sul fondo.
47′ Rocha per Onega, che apre a sinistra per Losada, diagonale fuori di poco. Ma era fuorigioco.
48′ Pelè avanza palla al piede e serve Luiz Carlos, tiro molto angolato, grande risposta di Mazurkiewicz che devia in corner.

Secondo tempo
2′ azione manovrata del Santos. Pallone sulla sinistra per Edu, tiro-cross a mezza altezza, Mazurkiewicz devia.
3′ percussione di Acuna a destra, cross basso, Losada dribbla un avversario e calcia in porta, grande riflesso di Jair. Secondo tempo da subito molto intenso e vibrante.
6′ ancora Penarol pericoloso sull’asse Rocha-Losada-Acuna, il diagonale di quest’ultimo dal limite destro dell’area finisce a lato non di molto.
7′ triangolo in velocità Pelé-Nené-Pelé, che entra in area, ma calcia debolmente tra le braccia di Mazurkiewicz.
12′ grande giocata di Pelé, che lancia nel corridoio Luiz Carlo, l’attaccante brasiliano fugge sulla sinistra, tiro-cross insidioso, Mazurkiewicz interviene in due tempi anticipando il tapin di Manoel Maria.
15′ Onega per Roca, conclusione potente da lontano, para Jair.
20′ GOL SANTOS Pelé sfrutta un mancato controllo di Matassa sulla trequarti, punta lo stesso difensore uruguaiano, lo salta in velocità e fulmina Mazurkiewicz appena entrato in area con un sinistro angolato.
21′ Nené sfonda nella difesa del Penarol, uscita disperata di Mazurkiewicz, che riesce a toccare in angolo. La squadra uruguayana adesso sembra in difficoltà.
26′ filtrante delizioso di Nené per Luiz Carlo, che supera Mazurkiewicz in diagonale, ma manda clamorosamente a lato. Il Santos si divora il raddoppio.
29′ un Pelé immarcabile in questo secondo tempo salta due uomini sul lato destro dell’attacco e serve in area Nené, tiro in corsa un po’ fiacco, para Mazurkiewicz.

Pedro Rocha, regista uruguaiano di sommo magistero
[www.elobservador.com.uy]

33′ clamorosa chance sprecata dal Penarol. Cross da destra di Forlan sul secondo palo, sontuosa sponda di Rocha che libera Joya nell’area piccola, ma il giocatore peruviano manca lo stop solo davanti a Jair e il portiere brasiliano fa sua la sfera.
34′ azione personale di Luiz Carlo, che punta Figueroa e scocca un sinistro rasoterra dentro l’area, Mazurkiewicz si salva in corner. Secondo tempo di alti ritmi e grande qualità tecnica.
41′ lancio dalla difesa uruguayana per Joya, che è solo nella metàcampo del Santos e si invola verso la porta, Jair esce dai pali, Joya prova a superarlo, ma il portiere brasiliano ha la meglio. Ancora un incredibile errore di Joya, sfuma un’altra ghiotta occasione per il Penarol.
44′ GOL SANTOS Sciagurato retropassaggio di Forlan, Manoel Maria ne approfitta e batte Mazurkiewicz in uscita.

LE PAGELLE SANTOS
IL MIGLIORE PELE’ 7: non sembra più essere il Santos formidabile dei primi anni ’60, ma la classe di Pelé non tramonta mai. Dopo un primo tempo piuttosto opaco per i suoi standard, nella ripresa si accende: scatti, dribbling, assist al bacio, potenza atletica e un gol bellissimo per intuito e qualità tecnica.
Nenè 7: tanta quantità e tanta corsa, cresce con il passare dei minuti e alla fine entra maggiormente nel vivo della manovra rispetto al più reclamizzato compagno di reparto Clodoaldo. Rivelazione.
Carlos Alberto 6,5: prestazione impeccabile sul lato destro, tiene al minimo sindacale Losada e offre sempre il suo contributo anche nella costruzione del gioco.
Joel 6,5: perno centrale della difesa brasiliana, non ha lo stile del dirimpettaio Figueroa, ma è efficace nelle letture difensive.

LE PAGELLE PENAROL
IL MIGLIORE ROCHA 7: mezzala di grande intelligenza e senso tattico, tocca un mare di palloni e raffina l’intera manovra offensiva dei suoi. Sull’1-0 per il Santos, offre un cioccolatino a Joya, che spreca incredibilmente.
Figueroa 7: lo chiamano “il Beckenbauer del Sudamerica” e in effetti, per senso della posizione, eleganza e tempismo difensivo, ricorda il più celebrato Kaiser. Perfetto nelle chiusure e nella direzione del reparto, senz’altro il migliore della difesa uruguayana.
Mazurkiewicz 6,5: quando chiamato in causa, risponde sempre presente con diversi interventi decisivi. Affidabile e concentrato. Non può fare nulla sui gol.
Spencer 5: nota stonata dell’attacco uruguagio, non vede mai biglia stretto nella morsa della difesa brasiliana.
Joya 4,5: entra per Spencer e riesce pure a fare peggio. Tocca due palloni: sul primo manca sciaguratamente il tapin vincente da un metro, sul secondo sbatte contro il portiere brasiliano Jair e i suoi perdono un’altra ghiottissima occasione per pareggiare.

Niccolò Mello

La prestazione di Pelé

Seguici

Altre storie di Goals

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.