Cerca
Close this search box.

1966 Girone D: Italia-Cile 2-0

Condividi articolo:

Immagine di copertina: i capitani prima del via [https://storiedicalcio.altervista.org]

Esordio vincente per l’Italia al Mondiale ’66. Una vittoria meritata contro il Cile, che riscatta la sconfitta beffarda e condizionata dall’arbitraggio di quattro anni prima. In gol Mazzola a inizio partita e dell’ottimo Barison alla fine. Prova solida degli azzurri, pur nel contesto di un match non molto elettrizzante e spumeggiante.

Italia: Albertosi – Burgnich, Salvadore, Rosato, Facchetti – Lodetti, Rivera, Bulgarelli – Perani, Mazzola – Barison.
Cile: Olivares – Eyzaguirre, Cruz, Figueroa, Villanueva – Fouilloux, Prieto, Marcos, Araya – L. Sanchez, Tobar.

Primo tempo
2′
triangolo Bulgarelli-Mazzola-Bulgarelli, ma il centrocampista del Bologna in area manca la deviazione vincente.
8′ GOL ITALIA Verticalizzazione meravigliosa di Bulgarelli per Barison, che mette in mezzo all’area e Mazzola da due passi realizza.
17′ Mazzola per Rivera, cross per Barison, che si inserisce di testa ma manda alto.
30′ primo guizzo del Cile, in un incontro fin qui controllato senza patemi dall’Italia: punizione sulla trequarti, Sanchez tocca lateralmente per Marcos, staffilata d’esterno e palla a lato di pochissimo.
32′ cross di Mazzola da destra, Barison mette in mezzo per l’accorrente Bulgarelli che calcia a colpo sicuro, ma Cruz sventa sulla linea.
46′ punizione dal limite per il Cile: missile di Leonel Sanchez, Albertosi vola e devia in corner con un guizzo splendido.

Secondo tempo
1′
sprint di Mazzola, che accelera e calcia di sinistro, Olivares devia in angolo in tuffo.
3′ Rivera per Bulgarelli, che avanza e lascia partire un tracciante velenosissimo, Olivares salva ancora con un volo plastico e mette in angolo. Dal corner Rivera pesca Perani, che di testa manda fuori in avvitamento sul palo lontano. Dominio dell’Italia.
10′ scambio Marcos-Tobar a sinistra, tiro sul primo palo: palla sul fondo. Il Cile ci prova.
21′ altro tentativo di Sanchez su punizione, Albertosi si distende e blocca in tuffo.
24′ ci prova Perani da destra dopo una sponda aerea di Barison, Olivares neutralizza in due tempi.
34′ Mazzola per Bulgarelli, cross per Perani, uscita decisiva di Olivares che evita il comodo tapin del giocatore azzurro.
36′ lungo spiovente da destra di un giocatore italiano su punizione, Barison anticipa Olivares di testa, Eyzaguirre salva di testa quasi sulla linea. Italia vicina al colpo del ko. Sul corner di Mazzola, colpo di testa di Bulgarelli alto di poco.
41′ occasione clamorosa per il Cile. Triangolo Prieto-Tobar-Prieto, che anticipa l’uscita di Albertosi in area, ma manda sul fondo.
44′ GOL ITALIA Splendida rete di Barison, che riceve palla da destra, punta Eyzaguirre e fa partire un tiro pazzesco che si infila nel “sette” sul primo palo.
46′ Mazzola vicino al tris con un tiro dal lato mancino, Olivares respinge. Successo pieno e meritato dell’Italia.

Paolo Barison, migliore in campo

LE PAGELLE ITALIA
IL MIGLIORE BARISON 7,5
Lottatore indomito, gioca di sponda, favorisce gli inserimenti dei compagni, impegna a fondo la difesa cilena e lascia il segno quando conta: dapprima con l’assist per l’1-0 di Mazzola e poi con la splendida rete del 2-0.
Mazzola 7 Una delle sue prove più convincenti in maglia azzurra. Non tanto per il gol – facile facile, in tapin – quanto per il servizio assiduo alle punte, i tiri pericolosi, gli scambi in velocità, il dinamismo. Una delle chiavi della vittoria italiana.
Rivera-Bulgarelli 6,5 Viaggiano un po’ a strappi, danno l’idea di soffrire un po’ nella ripresa il dinamismo del centrocampo cileno, ma a conti fatti la loro qualità fa la differenza. Il primo dirige il traffico con maestria e danza sul pallone, spesso con ricami vellutati; il secondo strappa applausi con il lancio che apre il campo per l’1-0 e sfiora poi il bis in più occasioni. Bene anche Perani (6,5) all’ala destra.

LE PAGELLE CILE
IL MIGLIORE OLIVARES 6,5
Se l’Italia non dilaga è merito di alcuni suoi ottimi interventi. Incolpevole sui gol subiti.
L. Sanchez 6,5 Il capitano del Cile è anche il più temibile dei suoi con tiri da fuori area che chiamano Albertosi ad alcune parate di spessore.
Figueroa 6,5 Personalità e grande senso del piazzamento, a soli 19 anni. Valido in alcune chiusure in uno contro uno che lasciano intravedere lo stupendo francobollatore che è e sarà ancora di più negli anni a venire.
Fouilloux 5 Il centrocampista cileno, una delle colonne e dei giocatori più rappresentativi della sua nazionale, si vede poco e viene costretto a girare al largo dalla difesa azzurra.

Gli highlights del match

Seguici

Altre storie di Goals

Le 5 migliori squadre europee dal 1986 al 1990

La memoria collettiva italiana racconta gli anni ’80 come un’epoca trionfale, non senza fondamento, ma chi scrive ritiene indispensabili alcune precisazioni: se nel complesso il

1968 Semifinali: Jugoslavia-Inghilterra 1-0

Immagine di copertina: il gol decisivo di Dzajic Al termine di una semifinale poco emozionante, l’Inghilterra campione del mondo in carica e grande favorita viene

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.