Cerca
Close this search box.

1999 Semifinali: Brasile-Messico 2-0

Condividi articolo:

Immagine di copertina: Rivaldo, migliore in campo

Brasile troppo forte per il Messico: la nazionale di Luxemburgo centra la finale contro l’Uruguay trascinata dai gol di Amoroso e dell’ispiratissimo Rivaldo e mettendo in mostra una straordinaria sicurezza e consapevolezza nei propri mezzi. I verdeoro non rischiano davvero mai e potrebbero persino vincere con punteggio più largo.

Brasile: Dida – Cafu, Zago, Joao Carlos, Roberto Carlos – F. Conceicao (st 32′ Beto), Emerson, Zè Roberto – Rivaldo – Ronaldo (st 30′ Ronaldinho), Amoroso (st 35′ Alex).
Messico: Campos – Suarez, Marquez, Torrado, Terrazas (st 1′ Ramires) – Pardo, Blanco, Carmona – Palencia (st 11′ Osorio), Zepeda, Hernandez.

Primo tempo
4′ Zè Roberto da sinistra per Emerson, che prende la mira da lontano e fa partire un proiettile, Campos si distende e devia in angolo. Dal corner colpo di testa in area piccola di Rivaldo, un difensore allontana davanti alla porta. Subito pericoloso il Brasile.
13′ Ronaldo con un tocco geniale pesca a sinistra Zè Roberto, che entra in area e calcia sul primo palo, Campos si rifugia in corner.
15′ altra tambureggiante azione dei brasiliani, da Roberto Carlos a Rivaldo, destro violento, Campos alza in angolo.
18′ si fa vedere anche il Messico con un corner da sinistra, Dida mette in corner.
20′ cross da sinistra di Zago, sponda di testa di Amoroso per Ronaldo, che svirgola la conclusione, palla sul fondo non di molto.
23′ Blanco da sinistra si accentra e ci prova con il destro, Dida devia in corner. Match ad alti ritmi con tante occasioni finora.
25′ GOL BRASILE Emerson innesca a sinistra Zè Roberto, cross in area deviato, colpo di testa di Rivaldo, palo. Riprende il pallone Amoroso, che in mezza girata infila con il destro.
35′ lancio lungo di Emerson per Cafu che con un grande scatto arriva sul pallone, cross in area, Ronaldo calcia a colpo sicuro, ma un difensore messicano respinge. Il Brasile sta gestendo con estrema tranquillità il vantaggio.
39′ chance per il Messico: corner da destra di Pardo, Marquez colpisce di testa sul primo palo, palla fuori.
42′ GOL BRASILE Rivaldo sulla trequarti serve al limite Ronaldo, che cade toccato da un avversario, ma riesce a toccare ancora per Rivaldo, che arriva in corsa e con il destro dal limite trova l’angolino.

Secondo tempo
11′ ancora Marquez di testa su un calcio di punizione, blocca Dida. Attacchi sterili del Messico, il Brasile è in pieno controllo.
13′ numero di Amoroso, che lancia in profondità Ronaldo, l’attaccante del Brasile si allunga un po’ troppo il pallone e l’azione sfuma.
19′ Ramires si libera bene al tiro e quasi dal limite incrocia con il destro, pallone fuori non di molto. E’ di fatto l’ultima emozione di un match che si trascina al fischio finale senza altri sussulti.

Ronaldo braccato da due difensori messicani

LE PAGELLE BRASILE
IL MIGLIORE RIVALDO 7,5: appare in una forma fisica eccellente, si muove molto su tutto il fronte d’attacco e decide il match con una serie di grandi giocate, favorendo l’1-0 di Amoroso e realizzando il bis con un destro chirurgico in corsa.
Amoroso 7: apre le danze con una splendida mezza girata in tapin, poi offre cioccolatini in serie ai compagni con suggerimenti geniali. Svaria tantissimo anche lui sul fronte offensivo.
Zè Roberto 7: offre una spinta costante sulla corsia di sinistra, senza mai risparmiarsi. Dai suoi piedi nasce il cross che porta al vantaggio di Amoroso.
Cafu-Roberto Carlos 6,5: avere due terzini così consente di dormire sonni tranquilli a qualsiasi allenatore. Mettono entrambi in mostra una grande intelligenza e sicurezza, non forzando mai nessuna giocata, difendendo con attenzione e spingendo solo quando necessario. Colonne.
Ronaldo 6: pochi guizzi, ha un po’ le polveri bagnate in prima linea, anche se ha il merito di restituire in modo fortuito il pallone del 2-0 a Rivaldo.

LE PAGELLE MESSICO 
IL MIGLIORE MARQUEZ 6,5: abbastanza sicuro in difesa e temibile in avanti con due velenosi colpi di testa che avrebbero meritato maggior fortuna. Uno degli ultimi del Messico a mollare.
Campos 6,5: non può nulla sui due gol del Brasile, anzi ha il merito di evitarne altri con alcuni ottimi interventi.
Blanco 5,5: buona partenza a centrocampo, sulle prime sembra ispirato e illumina abbastanza la manovra. Poi perde gradatamente colpi e nella ripresa non si vede mai.
Hernandez 5: a lungo isolato in attacco, non trova mai il modo di mettersi in luce contro la precisa difesa verdeoro.

Gli highlights dell’incontro

Seguici

Altre storie di Goals

Le 5 migliori squadre europee dal 1986 al 1990

La memoria collettiva italiana racconta gli anni ’80 come un’epoca trionfale, non senza fondamento, ma chi scrive ritiene indispensabili alcune precisazioni: se nel complesso il

1968 Semifinali: Jugoslavia-Inghilterra 1-0

Immagine di copertina: il gol decisivo di Dzajic Al termine di una semifinale poco emozionante, l’Inghilterra campione del mondo in carica e grande favorita viene

1968 Semifinale: Italia-Urss 0-0

Immagine di copertina: i capitani Facchetti e Shesternev prima del via L’Italia centra la finale dell’Europeo 68 grazie al lancio della monetina. La semifinale contro l’Unione

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.