Cerca
Close this search box.

1993 Finale: Argentina-Messico 2-1

Condividi articolo:

Immagine di copertina: Batistuta esulta con la Coppa América [https://sport660.wordpress.com, reddit.com]

L’Argentina bissa il titolo del 1991 in Cile si conferma sul tetto del Sudamerica. In finale sconfigge il Messico 2-1 grazie a una doppietta straordinaria di Batistuta. Non è una partita bellissima e soprattutto il secondo tempo – nonostante i tre gol – appare piuttosto avaro di emozioni e occasioni. È il Messico a tenere maggiormente il possesso palla, con l’Argentina che agisce di rimessa. L’Albiceleste però è più scaltra a capitalizzare i momenti salienti e si porta a casa il trofeo. Migliore naturalmente Batigol: si vede poco, ma lascia il segno con due gol d’autore, un mix di potenza, precisione e intuito da grande centravanti.

Argentina: Goycochea – Basualdo, Ruggeri (pt 39′ Caceres), Borelli, Altamirano – Zapata, Redondo, Simeone – Gorosito (st 19′ Rodriguez) – Batistuta, Acosta.
Messico: Campos – Gutierrez, Suarez, Perales, Ramirez – Patino, Ambriz, Garcia Aspe, Galindo – Hugo Sanchez, Alves.

I capitani Ruggeri ed Hugo Sanchez con la terna arbitrale [eluniverso.com]

Primo tempo

1′ subito una clamorosa chance per l’Argentina, con un tiro di Acosta ben neutralizzato da Campos.
3′ accelerazione del Messico con Alves, che cerca in mezzo Hugo Sanchez, ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco.
6′ corner di Gorosito da sinistra, colpo di testa di Simeone: alto.
8′ cross di Altamirano da sinistra, Gorosito calcia in mezza rovesciata, blocca Campos.
10′ Patino dal centro serve Garcia Aspe, missile da fuori, Goycochea si distende e devia. Inizio scoppiettante di gara.
15′ progressione splendida di Simeone, che apre il campo per Batistuta, diagonale sull’uscita di Campos, palla fuori di pochissimo.
29′ il Messico insiste, tracciante da destra di Ambriz, la palla sorvola di poco la traversa.
31′ Galindo allarga per Patino, tiro in corsa in area, pallone sull’esterno della rete.

Secondo tempo
2′
Alves avanza e ci prova in diagonale, Goycochea c’è.
15′ Ramirez innesca a sinistra Alves, che calcia da posizione difficile, la palla colpisce la parte alta della traversa. Il Messico sta tenendo molto più il possesso palla, Argentina che appare un po’ in difficoltà.
18′ GOL ARGENTINA Rilancio affannoso della difesa argentina, ne approfitta Batistuta, che brucia Ramirez, avanza e fulmina Campos con un destro potente sul primo palo. Portiere messicano non esente da colpe, ma gran gol del centravanti argentino.
22′ GOL MESSICO Alves scatta sul filo del fuorigioco, entra in area e viene platealmente steso da Goycochea. Rigore netto. Dal dischetto Galindo trasforma spiazzando il portiere argentino.
29′ GOL ARGENTINA Rimessa laterale di Simeone sul lato destro dell’attacco argentino, palla in area a Batistuta, che supera un avversario e infila il palo lontano. Due lampi di Batistuta nel contesto di una gara non elettrizzante regalano la Coppa América all’Argentina.

Batistuta esulta dopo un gol

LE PAGELLE ARGENTINA
IL MIGLIORE BATISTUTA 7,5
Ha tre palloni buoni e due li capitalizza con le reti che decidono la finale. Si vede poco ed è generalmente ben contenuto dalla difesa messicana, anche perché l’Argentina tende ad agire di rimessa e in attacco non si affaccia moltissimo. Lui però è letale quando conta, come i veri bomber.
Simeone 7 Uno dei più brillanti e continui della manovra argentina. Suoi gli strappi che nel primo tempo ravvivano il fronte offensivo, sua la rimessa laterale da cui nasce il raddoppio di Batigol.
Redondo 6,5 Eleganza, geometria e senso del gioco, è il metronomo della squadra. Detta i tempi con autorevolezza e nei momenti che contano dare la palla a lui è come metterla in banca.
Ruggeri 6,5 Fino a quando è in campo mette la museruola allo spauracchio Hugo Sanchez e si propone anche in un coast to coast palla al piede. Esce per infortunio quasi alla fine del primo tempo.
Goycochea 6 Buoni riflessi su Garcia Aspe nel primo tempo, nella ripresa commette il fallo da rigore su Alves che riporta il Messico in parità.

LE PAGELLE MESSICO
IL MIGLIORE ALVES 7
Senz’altro il più pimpante e vivace della squadra messicana. Suoi i maggiori pericoli dalle parti di Goycochea, si procura il rigore con una grande giocata. Colpisce anche una traversa.
Garcia Aspe 6 Faro del centrocampo messicano, alterna quantità e giocate di fino e prova a tenere botta contro i pari reparto argentini.
Hugo Sanchez 5,5 Perde nettamente il duello con Batistuta. Prova a rendersi utile arretrando e agendo da “falso nueve”, ma fatica più del solito a trovare sbocchi, ben arginato dalla difesa argentina.
Ramirez 5,5 Batistuta lo brucia in occasione della prima rete. Fino a quel momento non aveva affatto demeritato.
Campos 5,5 Sorpreso sul suo palo da Batistuta sul primo gol, può poco sul secondo.

Gli highlights del match

Seguici

Altre storie di Goals

Euro 1968: finale Italia-Jugoslavia

La prima volta dell’Italia in Europa. È il 1968 e la nazionale batte la Jugoslavia a Roma conquistando il titolo europeo. Ecco il nostro podcast

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.