Cerca
Close this search box.

1991 Girone finale: Argentina-Colombia 2-1

Condividi articolo:

Immagine di copertina: capitan Ruggeri e il ct Alfio Basile con la Coppa

È l’ultima decisiva partita del girone finale che assegna la Coppa América. L’Argentina che ha 3 punti in classifica dopo la vittoria sul Brasile e il pareggio con il Cile deve vincere per scavalcare in classifica i brasiliani. La Colombia, a 1 punto, è oramai fuori dai giochi. La partita è tesa e agonisticamente intensa, anche se non eccezionale dal punto di vista della qualità di manovra. La Selección si impone grazie a un brillante primo tempo, in cui a segno due volte con Simeone e Batistuta. Nella ripresa la Colombia accorcia e insiste alla ricerca del pari, ma la difesa dell’Argentina fa buona guardia. La parte del leone spetta ancora una volta al fantasista Leonardo Rodriguez, già mattatore contro il Brasile, e giustamente premiato al termine della competizione con il titolo di “miglior giocatore”.

Argentina: Goycoechea – Basualdo, Ruggeri, Vazquez, Altamirano – Simeone, Astrada, Franco – Rodriguez (st 32′ Bias) – Caniggia, Batistuta.
Colombia: Higuita – Cabrera, Perea, Escobar, Osorio – Rincon (st 10′ Valenciano), Alvarez, Pimentel – Valderrama – Usuriaga (st 1′ Redin), de Avila.

Primo tempo
7′
Valderrama per de Avila, diagonale dal limite sul fondo non di molto. Avvio arrembante della Colombia, partita senza timori reverenziali.
10′ GOL ARGENTINA Rodriguez allarga a destra per Basualdo, cross in mezzo all’area perfetto, Simeone irrompe di testa e piega le mani a Higuita.
19′ GOL ARGENTINA Ruggeri suggerisce verticalmente per Rodriguez, che lancia Batistuta sulla destra in area, controllo del centravanti e tiro secco sul primo palo che batte ancora Higuita.
24′ Rodriguez innesca Basualdo con un tocco magico, cross in area piccola del terzino, la difesa colombiana riesce a spazzare in corner all’ultimo anticipando il tapin da pochi passi di Batistuta. È dominio Argentina adesso.
26′ punizione dal limite di Rincon, di poco alta. Prova a scuotersi dal torpore la Colombia.
34′ azione manovrata dell’Argentina sull’asse Batistuta-Rodriguez-Caniggia, la palla arriva a Simeone, tentativo da fuori in pallonetto, pallone alto di pochissimo.
43′ Valderrama per Rincon in area, conclusione temibile dal lato sinistro: alto.

Secondo tempo
4′ altro lancio illuminante di Rodriguez per Caniggia che aggira Perea e calcia sull’uscita di Higuita, il portiere colombiano riesce a deviare con la mano destra.
10′ punizione da fuori del neo entrato Valenciano, palla fuori di un metro.
13′ la Colombia si fa vedere ancora su calcio piazzato con Redin, alto non di molto.
20′ Caniggia lancia sulla destra Basualdo, cross al bacio da destra per Batistuta che incespica clamorosamente sul pallone solo davanti a Higuita, un difensore colombiano allontana poi in corner. Argentina a un passo dal tris.
25′ GOL COLOMBIA Valenciano lavora un buon pallone per Redin, verticalizzazione sul lato sinistro dell’area per de Avila, che sguscia via alla guardia di Basualdo e batte Goycoechea.
34′ tiro-cross temibile da destra di Osorio, Goycoechea non si fa sorprendere. Ci crede la Colombia, Argentina in difficoltà.

La copertina di El Gráfico che immortala i campioni

LE PAGELLE ARGENTINA
IL MIGLIORE RODRIGUEZ 7
Avvia l’azione del primo gol e serve l’assist del secondo con un’apertura illuminante. Sue le giocate tecnicamente più belle del match, gli stessi telecronisti argentini esaltano la sua prestazione e in generale la sua Coppa América, dove vince con merito la palma di MVP.
Ruggeri 7 Dai suoi piedi nasce l’azione del raddoppio, e in difesa non sbaglia un intervento, respingendo di testa o di piede qualsiasi insidia portata dagli attaccanti colombiani. Capitano coraggioso e condottiero autorevole.
Basualdo 6,5 Meriterebbe mezzo voto in più, perché sulla destra è una spina nel fianco colombiano e serve anche l’assist a Simeone per l’1-0. Ma si fa bruciare da de Avila in occasione della rete della Colombia che rende il finale di partita un po’ più incerto.
Batistuta 6,5 Ha il merito di realizzare il 2-0 con una rete di ottima fattura. Qualche valido scambio in corsa con Rodriguez e Caniggia (voto 6). Si divora il possibile 3-0 “ciccando” un pallone comodo, da pochi metri, su cross di Basualdo nella ripresa.

LE PAGELLE COLOMBIA
IL MIGLIORE VALENCIANO 6,5
Il suo ingresso ravviva decisamente un attacco colombiano apparso asfittico nel corso dei primi 45 minuti. Avvia l’azione che porta alla rete di de Avila e crea qualche grattacapo alla difesa argentina con il suo incessante movimento.
Valderrama 6 Dopo un primo tempo piuttosto abulico, cresce di colpi nella ripresa, quando prova a prendere in mano il gioco dei suoi.
Higuita 5 Il colpo di testa di Simeone gli piega le mani sul suo palo; e sempre sul suo palo è sorpreso dal tiro di Batistuta, che era comunque molto forte.
Usuriaga 5 Il colored colombiano, freccia dell’attacco, appare spuntato. Mai un’accelerazione degna di nota, ben contenuto dalla difesa albiceleste. Esce all’intervallo.

Video celebrativo dell’Argentina campione


Seguici

Altre storie di Goals

1988-1989: Barcellona-Real Madrid 2-1

Immagine di copertina: José Mari Bakero, migliore in campo Inauguriamo oggi un nuovo filone di “ricerca” e di approfondimento, che sarà gestito dal sottoscritto, da

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.