1979 Girone B: Argentina-Brasile 2-2

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Immagine di copertina: esultanza dei giocatori brasiliani dopo un gol [http://soccernostalgia.blogspot.com – rivista PLACAR]

La sfida tra le due big del Sudamerica premia il Brasile che grazie al pareggio al Monumental di Buenos Aires stacca di un punto la Bolivia e di due l’Argentina e si qualifica per le semifinali. Partita non indimenticabile sul piano della qualità nonostante le 4 reti e un valido numero di campioni in campo: prima parte decisamente poco stimolante, nella ripresa qualche emozione in più. Forse l’espulsione già nei primi 45 minuti di Gallego e Zico per reciproche scorrettezze ha privato le due formazioni di un po’ di verve. Grande prestazione di Passarella, leader assoluto dell’Albiceleste e migliore in campo.

Argentina: Vidallé – Ocano, Passarella, van Tuyne, Bordon – Coscia (st 14′ Valencia), Gaspari, Gallego, Fortunato (st 24′ Castro) – Diaz, Bochini.
Brasile: Leao – Toninho, Amaral, Edinho, Junior – Carpegiani (st 18′ Falcao), Batista – Socrates, Zico – Tita, Zé Sergio.

Primo tempo
18′ GOL BRASILE
Zico sulla trequarti apre a sinistra a Zé Sergio, cross a centro area e Socrates mette dentro di testa. Al primo affondo il Brasile passa a condurre.
27′ Leao ci mette troppo a rinviare e l’arbitro fischia una punizione in area per l’Argentina. Prima di calciare si accende un parapiglia, Gallego e Zico si spintonano e l’arbitro caccia entrambi.
38′ GOL ARGENTINA Fallo su Passarella quasi al limite: calcia lo stesso Passarella, un proiettile che si infila nell’angolino non dando scampo a Leao. Primo tempo a ritmi bassi e con poche emozioni.

Secondo tempo
2′
cross di Zé Sergio da sinistra, Tita mette dentro a centro area. La rete viene però annullata per fuorigioco. I dubbi restano.
4′ Passarella per Ocano, tracciante da fuori, palla larga di un metro.
5′ Carpegiani prende la mira da lontano, conclusione deviata e pallone che si spegne sul fondo di pochissimo. La partita pare essersi finalmente accesa.
8′ punizione dal lato sinistro di Socrates, Vidallé respinge con difficoltà, Zé Sergio sulla respinta manda alle stelle a porta praticamente vuota. Grande chance sprecata dal Brasile.
10′ percussione da sinistra di Tita, assist verticale per Socrates, uscita disperata di Vidallé che allontana in fallo laterale.
11′ cross da destra di Toninho, sponda di Zé Sergio per Carpegiani, tiro immediato e grande risposta di Vidallé. La palla viene allontana da van Tuyne ancora sui piedi di Toninho a destra, nuovo traversone, colpo di testa di Tita e ancora Vidallé dice di no. Il Brasile sta crescendo, Argentina in difficoltà.
16′ GOL BRASILE Lancio di Carpegiani per lo scatto Toninho sulla destra, Bordon si fa passare alle spalle il terzino brasiliano che entra in area e viene steso da Vidallé. Rigore netto. Socrates trasforma dal dischetto. L’arbitro però fa ripetere perché un giocatore brasiliano è entrato in area al momento del tiro. Socrates prende di nuovo la mira e trasforma nel medesimo angolo.
17′ Argentina subito vicina al pari, con una girata in area di Diaz, blocca Leao. Fioccano le occasioni adesso.
24′ GOL ARGENTINA Slalom di Bochini al limite, assist a Diaz, tiro sul primo palo, Leao devia ma non trattiene e il pallone si infila in rete.
26′ gran sinistro da fuori di Passarella, palla larga di poco. L’Argentina ora sembra crederci.
45′ fallo su Tita quasi sulla trequarti destra: tentativo su punizione di Socrates, Vidallé si allunga e devia in corner.

Una fase del match [http://soccernostalgia.blogspot.com – rivista PLACAR]

LE PAGELLE ARGENTINA
IL MIGLIORE PASSARELLA 7
Si eleva di una spanna su tutti i compagni. Non solo per il gol, splendido, su punizione. Ma per lo spirito di sacrificio, le idee, l’organizzazione di gioco. È il motore e il regista della manovra e la squadra si affida a lui per gestire quasi tutti i palloni. Condottiero.
Bochini 6 Prova non sufficiente, ma si riscatta con lo splendido slalom nello stretto e il seguente servizio per Diaz (6) che trova il pareggio.
Vidallé 6 Alcuni ottimi interventi, ma frana su Toninho provocando il rigore del 2-1.
Bordon 5 Il peggiore. Sempre in difficoltà contro lo scatenato Toninho, se lo fa scappare in occasione dell’azione che porta al rigore. Giornataccia.

LE PAGELLE BRASILE
IL MIGLIORE SOCRATES 7
Inevitabile premiare lui per la doppietta che spinge il Brasile in semifinale: apre le danze di testa, raddoppia dagli 11 metri ed è molto lucido perché deve ripetere la conclusione e fa centro entrambe le volte. Temibile in altre circostanze sempre su calcio piazzato.
Toninho 7 Un treno sulla corsia di destra. Difende e riparte a cento all’ora. Mette in area alcuni cross pericolosi. Si procura di forza il rigore.
Amaral 6,5 Impeccabile al centro della difesa, sbroglia ogni situazione con calma olimpica. Molto valida anche la prova in mediana di Batista (6,5), un vero tuttofare che corre ovunque.
Leao 5 Da un suo rinvio ritardato nasce l’episodio che porta alle due espulsioni di Gallego e Zico. Può poco sul missile terra-aria di Passarella, ma il tiro di Diaz lo sorprende sul suo palo.
Zico sv Aveva avviato il primo gol con una bella apertura su Zé Sergio. Poi si spintona con Gallego ed entrambi vengono espulsi. Rosso però troppo fiscale. Forse con lui in campo si sarebbe visto un po’ più di spettacolo…

Gli highlights


Seguici

Altre storie di Goals

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.