Cerca
Close this search box.

Intercontinentale 1984: Independiente-Liverpool 1-0

Condividi articolo:

Immagine di copertina: l’esultanza dei giocatori argentini con la Coppa

Coppa ancora maledetta per il Liverpool, che a Tokyo si arrende di misura all’Independiente. Partita povera di occasioni, con tanto agonismo e non molti contenuti tecnici, ma gli argentini si dimostrano più coriacei e compatti e meritano il successo. Gol decisivo di Percudiani nei primi minuti. Il Liverpool fa davvero troppo poco per provare a ribaltare l’esito dell’incontro.

Independiente: Goyen – Clausen, Villaverde (st 29′ Monzon), Trossero, Enrique – Giusti, Marangoni – Burruchaga, Bochini, Barberon – Percudiani.
Liverpool: Grobelaar – Neal, A. Kennedy, Hansen, Nicol – Johnston, Gillespie, Molby, Wark (st 37′ Whelan) – Dalglish, Rush.

Primo tempo
8′ GOL INDEPENDIENTE
Lancio di Marangoni che sorprende la tattica del fuorigioco del Liverpool, Percudiani si invola verso la porta e fa secco Grobelaar.
25′ occasione per il Liverpool: Gillespie tocca per Rush, che scatta oltre la difesa sul lato destro dell’area e mette in mezzo, Trossero in qualche modo riesce ad allontanare in angolo anticipando il tapin di Dalglish.
28′ fallo per gioco pericoloso su Percudiani al limite: Marangoni tocca a Trossero, palla ribattuta dalla barriera, ci riprova Clausen, Grobelaar ci arriva in tuffo.
41′ Liverpool temibile con un’azione manovrata: Johnston in area calcia da destra, respinge Goyen, tentativo di Molby ribattuto.
43′ punizione per gli inglesi dal lato sinistro dell’attacco: Gillespie calcia a rientrare, Goyen alza in angolo. Il Liverpool ha provato ad aumentare un po’ il grado di pericolosità in questo finale di primo tempo.

Secondo tempo
20′
errore in disimpegno della difesa del Liverpool, Burruchaga è solo davanti a Grobelaar, ma calcia addosso al portiere. Grande occasione per i rossi di Avellaneda, che finora hanno approcciato meglio il secondo tempo.
27′ fallo su Rush sul lato sinistro dell’attacco: punizione in mezzo di Gillespie, Wark in spaccata manda alto da ottima posizione. È l’unico tentativo del Liverpool in un secondo tempo davvero scialbo della formazione europea.
29′ Barberon accelera sulla destra, rientra sul mancino dopo aver scartato un difensore e calcia sul primo palo: fuori non di molto.

La rete di Percudiani

LE PAGELLE INDEPENDIENTE
IL MIGLIORE PERCUDIANI 7
Giovane, ma già determinante in un match di simile importanza. Suo il gol che decide l’incontro. E quando ha la palla tra i piedi in velocità è sempre un cliente difficile da contenere per la difesa inglese.
Bochini 6,5 Dopo un primo tempo un po’ in ombra, nella ripresa gestisce con enorme sapienza numerosi palloni, procurandosi diversi falli utili a spezzare il gioco. Tecnica e intelligenza al potere.
Marangoni 6,5 Lancio per il gol di Percudiani e un’ora giocata in modo intenso, a buoni ritmi.
Burruchaga 6 Si divora il possibile 2-0 (anche se è bravo Grobelaar a coprirgli lo specchio), ma gioca moltissimo al servizio della squadra, dando una mano in difesa e in fase di non possesso. Certi scambi con Bochini sono probabilmente la nota migliore del match.

LE PAGELLE LIVERPOOL
IL MIGLIORE GILLESPIE 6,5
Il più temibile dei Reds su calcio piazzato e uno dei pochi che cerca di giocare la palla a terra superando l’attenta difesa argentina. Predica un po’ nel deserto.
Rush 6 Tanto movimento, bravo a procurarsi qualche punizione utile in fase offensiva, ma non riesce mai a liberarsi con pericolosità al tiro, ben controllato dall’ottimo Trossero (voto 6,5).
Dalglish 5,5 Qualche scambio d’autore per aprire il gioco e favorire gli inserimenti dei compagni, però completamente assente negli ultimi 30 metri.
Wark 5 Un ectoplasma sulla corsia mancina, dalla sua parte il Liverpool non tenta nemmeno di sfondare. Giustamente sostituito.

Il successo dei Rossi di Avellaneda

Seguici

Altre storie di Goals

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.