Cerca
Close this search box.

Intercontinentale 1982: Penarol-Aston Villa 2-0

Condividi articolo:

Immagine di copertina: l’esultanza dei giocatori uruguaiani dopo la vittoria

Nuovo successo del Sudamerica nella finale Intercontinentale del 1982: il Penarol a Tokyo supera di slancio l’Aston Villa, soffrendo molto nei primi 15-20 minuti ma riuscendo poi a trovare le misure. Gli inglesi vanno a folate, alternando momenti di grande forcing ad altri di calma piatta, ma non sfondano il muro uruguagio e pagano dazio. Decisivo il fantasista brasiliano Jair, autore del gol su punizione dell’1-0 e capace di illuminare la scena nei momenti decisivi.

Penarol: Fernandez – Gutierrez, Oliveira, Morales, Diogo – Saralegui, Bossio, Jair, Silva – Ramos, Morena.
Aston Villa: Rimmer – Evans, Jones, McNaught, Williams – Bremner, Mortimer, Cowans, Morley – Shaw, Withe.

Primo tempo
5′
avvio deciso dell’Aston Villa. Punizione dal limite, Mortimer tocca a Cowans, missile terra-aria, traversa piena.
6′ cross in area di Shaw, Bossio in tuffo anticipa il tapin di Withe. La palla però era già uscita.
7′ altra grande azione degli inglesi: tocco in area di Shaw per Morley, rasoterra di destro fuori di un niente.
14′ chance importante anche per il Penarol: numero di Morena nello stretto, tiro di sinistro e grandissima risposta in tuffo di Rimmer che devia in angolo.
19′ punizione per l’Aston Villa dalla trequarti destra, sponda di Withe per Shaw, anticipato però dal provvidenziale intervento di Fernandez.
27′ GOL PENAROL Punizione per gli uruguaiani quasi dal limite: conclusione velenosa di Jair, Rimmer si allunga e devia, la palla assume però uno strano effetto a palombella e si infila in rete nonostante un disperato tentativo in scivolata di un difensore inglese.
29′ Penarol vicino al 2-0: Bossio vince un rimpallo sulla trequarti e serve al limite Morena, girata di destro improvvisa, Rimmer c’è.
44′ Bossio vince due contrasti al limite e calcia a giro, Rimmer blocca. Dopo il gol meglio il Penarol, che ha controllato il match senza particolari problemi.

La punizione vincente di Jair [https://storiedicalcio.altervista.org]

Secondo tempo
16′
punizione per l’Aston Villa dal limite: conclusione un po’ telefonata di Morley, Fernandez para.
19′ altro tentativo da fuori area di Morley, blocca a terra Fernandez.
23′ GOL PENAROL Rimpallo a centrocampo, Ramos lancia Silva corre fianco a fianco con un difensore inglese, che svirgola il pallone calciando verso la propria porta, Rimmer respinge ma sul tapin Silva è il più lesto di tutti e infila.
24′ l’Aston Villa prova subito a riaprire il match, ma il sinistro di Shaw in area è debole e finisce tra le braccia di Fernandez.
25′ cross meraviglioso di Morley da sinistra, Shaw a centro area colpisce di testa, ma la conclusione è centrale e Fernandez abbranca in presa.
39′ Penarol a un passo dal tris: Jair innesca a centrocampo Silva, che si invola ancora verso la porta, è tutto solo davanti a Rimmer ma al momento di calciare incespica clamorosamente sul pallone e la difesa inglese riesce poi a liberare.

LE PAGELLE PENAROL
IL MIGLIORE JAIR 7
Apre le danze con la punizione che vale l’1-0 con la sfortunata complicità di Rimmer e non spreca un pallone in mezzo al campo. Condottiero.
Bossio 6,5 Polmone e perno del centrocampo, dà una mano in difesa e si inserisce con profitto in attacco. Trattore.
Oliveira 6,5 Tiene a bada gli attaccanti inglesi giocando spesso d’anticipo e mettendoci il fisico. Molto valido sulle palle alte.
Morena 6 Un paio di guizzi nel primo tempo, quando va vicino due volte al gol ma trova sulla sua strada un attento Rimmer. Cala nella ripresa.

LE PAGELLE ASTON VILLA
IL MIGLIORE MORLEY 6,5
Il più vivace e brillante della squadra inglese, è dalla sua parte che l’Aston Villa costruisce i maggiori pericoli e sono non a caso sue le conclusioni più temibili.
Cowans 6,5 Colpisce una traversa con una sassata pazzesca e dirige il gioco dei suoi in mezzo al campo con buone scelte di tempo.
Shaw 5,5 Avvio promettente, denota tecnica notevole e buoni colpi. Ma nel secondo tempo spreca un paio di potenziali occasioni calciando troppo debolmente.
Withe 5 Decisivo nella finale di Coppa Campioni vinta contro il Bayern Monaco, a Tokyo ha le polveri bagnate e la difesa del Penarol lo cancella dal campo. Poco utile anche nel gioco di sponda.

Gli highlights del match

Seguici

Altre storie di Goals

1995 Finale: Uruguay-Brasile 6-4 dcr (1-1)

Immagine di copertina: Fonsceca e Francescoli esultano con la coppa Al termine di una finale tutt’altro che spumeggiante l’Uruguay torna sul tetto d’America a distanza

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.