Cerca
Close this search box.

Intercontinentale 1981: Flamengo-Liverpool 3-0

Condividi articolo:

Immagine di copertina: Zico festeggia il premio di miglior giocatore

Grazie a un sontuoso primo tempo il Flamengo si laurea campione del mondo per club. La superiore qualità di palleggio nello stretto e la capacità di sfruttare al massimo le occasioni costruite sono alla base del trionfo brasiliano contro un Liverpool troppo scolastico per impensierire davvero la retroguardia avversaria. Il secondo tempo si trasforma in una lunga passerella per i campioni brasiliani e per la sua stella Zico, che non segna ma propizia tutte e tre le reti.


Flamengo: Raul – Leandro, Mozer, Marinho, Junior – Adilio, Andrade – Tita, Zico, Lico – Nunes.
Liverpool: Grobelaar – Neal, Hansen, Thompson, Lawrenson – Lee, Souness, R. Kennedy, C. Johnson – Dalglish, Mc Dermott (st 6′ D. Johnson).

Primo tempo
5′ Tita da destra serve Adilio, tiro dal limite, Grobelaar neutralizza a terra.
13′ GOL FLAMENGO Lancio dalla trequarti di Zico, Thompson manca l’intervento di testa, si inserisce alle sue spalle Nunes, che batte Grobelaar in uscita con un tocco d’esterno sul palo lontano.
24′ Liverpool vicino al pareggio: cross di Lee da destra, Craig Johnshon controlla in area e calcia sul primo palo, pallone fuori di pochissimo.
34′ GOL FLAMENGO Fallo su Tita quasi al limite: punizione forte e tesa di Zico, Grobelaar non trattiene e Adilio anticipa tutti infilando in tapin.
38′ Souness apre a destra per McDermott, sventola d’esterno di prima intenzione, Raul mette in angolo. Il Liverpool sta cercando di reagire, ma fatica a rendersi pericoloso.
42′ GOL FLAMENGO Adilio per Zico, filtrante per Nunes, che scatta sul filo del fuorigioco e supera Grobelaar con un diagonale sul palo lontano. Match in ghiaccio per i brasiliani.

L’esultanza di Nunes

Secondo tempo
6′ Mozer sbaglia il rinvio, ne approfitta Craig Johnson, che scocca un sinistro dal limite, Raul si tuffa e salva. Flamengo in controllo, al Liverpool serve un miracolo.
9′ Junior si accentra e scarica ad Andrade, destro al fulmicotone da fuori area, Grobelaar devia con la punta delle dita.
15′ lancio dalle retrovie di Hansen, sponda di David Johnson per Dalglish, uscita decisiva di Raul che si oppone al tiro ravvicinato dell’attaccante scozzese. Il Liverpool prova almeno a segnare il punto della bandiera.
17′ azione manovrata del Flamengo, da Junior ad Adilio, sinistro da fuori, Grobelaar c’è.
25′ Flamengo vicino al poker: Zico ad Adilio, che apre su Nunes, l’attaccante brasiliano si accentra e scarica un destro sul primo palo, Grobelaar si rifugia in angolo.

LE PAGELLE FLAMENGO
IL MIGLIORE ZICO 8: disputa un primo tempo straordinario, in termini di qualità tecnica, visione di gioco e impatto sul match. Impossibile portargli via il pallone, sulla trequarti orchestra da maestro tutta la manovra del Flamengo. Due assist per Nunes splendidi e la punizione da cui scaturisce l’altro gol di Adilio.
Adilio 7,5: centrocampista tuttofare e prestazione di grandissima sostanza al di là del gol. Spezza il gioco avversario, si inserisce palla al piede con break centrali difficili da arginare e smista diversi palloni di qualità.
Nunes 7,5: realizza la doppietta che schianta il Liverpool con due diagonali brucianti e sfiora il tris nella ripresa in due occasioni: sulla prima è bravo Grobelaar a dirgli di no, sulla seconda calcia da lontano in modo troppo fiacco invece che avanzare per rendersi maggiormente pericoloso.
Junior 7: accelerazioni, giocate di fino, scambi di qualità sopraffina. Nella prima ora di gioco domina sulla corsia di appartenenza, poi rifiata.

LE PAGELLE LIVERPOOL
IL MIGLIORE CRAIG JOHNSON 6,5: il più temibile dei Reds, l’unico che prova a rendere realmente la vita difficile ai centrali del Flamengo. Suoi i tentativi più pericolosi in porta del Liverpool.
Neal 6: come sempre, uno dei più affidabili, uno dei pochi a non perdere mai la calma e non commettere errori gravi. Anzi, spesso si sovrappone sulla fascia per cercare di ribaltare il fronte del gioco.
Souness 5,5: ordinato e abbastanza preciso nei passaggi, ma verticalizza poco e non prende mai per mano la squadra come sarebbe lecito attendersi visto che è il faro del gioco del Liverpool.
Dalglish 5: qualche spunto qua e là, un’occasione neutralizzata da Raul e poco altro. Spesso anticipato dalla difesa brasiliana.
Thompson 5: il suo errore di posizionamento sul lancio di Zico dà il via alla girandola di reti del Flamengo. Vive un primo tempo terribilmente complicato. Poi si riprende, ma i buoi sono già scappati.

Tutti i tocchi di Zico

Seguici

Altre storie di Goals

1995 Finale: Uruguay-Brasile 6-4 dcr (1-1)

Immagine di copertina: Fonsceca e Francescoli esultano con la coppa Al termine di una finale tutt’altro che spumeggiante l’Uruguay torna sul tetto d’America a distanza

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.