Intercontinentale 1980: Nacional Montevideo-Nottingham Forest 1-0

Condividi articolo:

Immagine di copertina: i giocatori del Nacional Montevideo esultano dopo la vittoria
[https://storiedicalcio.altervista.org]

È la prima edizione della Coppa Intercontinentale giocata in campo neutro e in gara unica, a Tokyo. E sono gli uruguaiani del Nacional Montevideo a festeggiare al termine di una partita di sostanza. Il Nottingham Forest costruisce più gioco e più occasioni, ma non riesce a sfondare il muro eretto davanti al portiere Rodriguez e paga dazio. Decisiva la rete dopo 10 minuti dal via di Victorino, ma a penalizzare gli inglesi sono alcuni errori evidenti dei difensori, che rischiano di regalare ai sudamericani altri gol.

Nacional Montevideo: Rodriguez – Moreira, Blanco, Enriquez, Gonzalez – Milar, Esparrago, Luzardo – Bica, Victorino, Morales.
Nottingham Forest: Shilton – Anderson, Burns, Lloyd, F. Gray – O’Neill, Ponte (st 23′ Ward), S. Gray, Robertson – Francis, Wallace.

Primo tempo
2′
Francis lavora un bel pallone a sinistra, cross basso, nessuno interviene, arriva Anderson sull’altro palo, tiro alto.
10′ GOL NACIONAL MONTEVIDEO Cross di Moreira da fondo campo sulla destra, Victorino ruba il tempo in area a Burns e fredda Shilton con una cannonata sotto la traversa.
11′ tentativo da lontano proprio di Burns, che cerca così di riscattare la mancata chiusura sul gol di Victorino, palla sul fondo non di molto.
13′ cross da sinistra di Ponte, Wallace controlla bene ma calcia clamorosamente a lato sul primo palo, solo davanti a Rodriguez.
15′ cross da sinistra di Gonzalez, Lloyd respinge male e Luzardo realizza sulla respinta. Ma Victorino si trovava qualche metro più in là e la rete viene annullata per fuorigioco. Con le regole attuali di fuorigioco passivo la rete sarebbe stata convalidata. Difesa del Nottingham comunque davvero rivedibile.
22′ clamorosa chance per gli inglesi: cross da destra di Francis, la difesa uruguaiana si addormenta, colpo di testa sul secondo palo di Robertson, che spedisce però sul fondo.
35′ da Robertson a O’Neill, cross basso dal centro-sinistra, Wallace sfiora il pallone che giunge sul lato opposto ad Anderson che è in ottima posizione, ma disturbato al momento di concludere da un difensore sudamericano: palla sul fondo.
38′ fallo di Anderson su Gonzalez a sinistra: punizione e pallone a Milar, tiro da fuori area, Shilton c’è.

Una fase del match [https://storiedicalcio.altervista.org]

Secondo tempo
4′
Francis innesca Stuart Gray con un tocco geniale, provvidenziale uscita di Rodriguez che abbranca in presa.
6′ altro errore clamoroso della difesa britannica: Llyod tocca troppo piano un pallone indietro verso Shilton, ne approfitta Victorino, che si fa murare dal portiere in uscita, poi Bica segna sulla ribattuta. Ma ancora una volta la rete viene annullata per fuorigioco.
14′ doppio dribbling in area di O’Neill e tiro sul primo palo, grande risposta di Rodriguez che devia in angolo.
18′ Ponte per Wallace, che controlla dal limite e calcia, Rodriguez neutralizza in tuffo in due tempi. Cresce la spinta del Nottingham, Nacional sulla difensiva.
28′ diagonale velenoso di Francis da fuori area, palla sul fondo di un metro.
31′ grande chance per il Liverpool, che ora preme in modo più deciso: cross da sinistra di Robertson, Stuart Gray colpisce da solo a centro area, palo pieno con Rodriguez immobile.
33′ altra chance per gli inglesi, con un tiro strozzato di Francis, Rodriguez respinge in modo goffo poi riesce a opporsi con il corpo al tapin di Lloyd.
39′ Burns ci prova da lontano, palla larga. Ultimi disperati tentativi della squadra di Brian Clough.

Victorino, uomo del match [https://storiedicalcio.altervista.org]

LE PAGELLE NACIONAL MONTEVIDEO
IL MIGLIORE VICTORINO 6,5
È l’uomo del match e si porta a casa la Toyota Celica, premio in palio per il miglior giocatore. Il suo guizzo in apertura di incontro vale la prima Coppa Intercontinentale in edizione unica e conferma che le squadre sudamericane, al di là di qualche eccesso di troppo sul piano dell’agonismo, vincevano prima delle finali secche in campo neutro (e avrebbero vinto più delle europee anche dopo, fino all’avvento della Legge Bosman nel 1995) perché dotate di valori importanti. Scaltro e letale, Victorino realizza uno splendido gol per tempismo e coordinazione.
Blanco 6,5 A 34 anni disputa un match di grande sostanza al centro della difesa, respingendo numerose insidie. Senso della posizione, esperienza e la giusta dose di garra charrua.
Rodriguez 6,5 Qualche sbavatura in uscita, ma anche una pronta reattività tra i pali.
Esparrago 5,5 Il cervello della mediana uruguagia soffre il dinamismo dei centrocampisti inglesi, che controllano di più il gioco soprattutto nel secondo tempo.

LE PAGELLE NOTTINGHAM FOREST
IL MIGLIORE ANDERSON 6,5
Solido e concentrato, concede pochissimo in difesa e quando può si sgancia in avanti proponendosi con continuità. Terzino completo.
Francis 6 Mobile e temibile, più un suggeritore che un finalizzatore, crea varchi e serve assist.
Robertson 5 Un paio di guizzi isolati, ma da uno con le sue qualità era lecito attendersi decisamente un altro impatto. Fuori dal gioco.
Lloyd-Burns 5 Alcuni lisci difensivi da mani nei capelli, poco importa che si facciano vedere con pericolosità in attacco perché i difensori devono prima di tutto… difendere. Fatale soprattutto l’errore di Burns, che si fa “uccellare” da Victorino sul cross da destra di Moreira nell’azione del gol-partita.

Sintesi del match


Seguici

Altre storie di Goals

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.