Champions League 2020-2021, andata semifinali: Real Madrid vs Chelsea 1-1

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Immagine di copertina: Pulisic festeggia il suo gol del momentaneo vantaggio del Chelsea contro il Real Madrid. [www.france24.com]

Real Madrid vs Chelsea è finita 1-1, un risultato che fa ben sperare i Blues in vista del ritorno. Infatti, il gol segnato da Christian Pulisic nello stadio Alfredo Di Stéfano può risultare pesante in virtù della regola del gol in trasferta. Il Real Madrid, però, continua a rappresentare un’insidia per gli uomini di Tuchel grazie alle sue individualità e, nonostante abbia vissuto una serata decisamente rivedibile nel rendimento di squadra, è riuscito a limitare i danni grazie a Karim Benzema, autore di un gol veramente splendido.

Le due compagini si sono approcciate alla sfida con il medesimo schema di gioco, ovvero il 3-5-2. Zidane è stato costretto a rinunciare al suo classico 4-3-3, a causa delle assenze di Mendy, Ramos e Lucas Vazquez. Il Chelsea, dal canto suo, è riuscito ad arginare il centrocampo del Real Madrid con grande maestria. Infatti, le marcature di Kanté (migliore in campo) e di Mount rispettivamente ai danni di Kroos e Modric sono state la mossa determinante di Tuchel per limitare considerevolmente la manovra ai Blancos. Inoltre, queste marcature hanno costretto Karim Benzema ad una partita sostanzialmente minimalista, in quanto gli sono venuti a mancare i rifornimenti offensivi.

I Blancos, probabilmente comprendendo le enormi difficoltà nel riuscire a trovare un’insperata vittoria nel secondo tempo, ha giocato per il pareggio, seppur col danno del gol subìto in casa. Un risultato che potrebbe risultare, in vista del ritorno, il modo migliore per riparare parzialmente ai danni della pessima prestazione casalinga, ma che li obbligherà a vincere a Londra. I Blues, invece, avrebbero potuto addirittura osare di più, facendo gioco forza delle debolezze del Real Madrid. Infatti, l’ingresso di Havertz e Zyiech per Pulisic e Werner – quest’ultimo autore di una prestazione veramente pessima – ha fatto perdere di profondità all’attacco del Chelsea, che di fatto si è demineralizzato nei minuti finali. Il risultato, dunque, risulta favorevole al Chelsea, ma è opportuno non sottovalutare gli uomini di Zidane, che risultano ancora i favoriti per l’approdo alla finale di Istanbul.

Il ritorno di questa sfida, che verrà disputato ovviamente a Stamford Bridge la prossima settimana, può avere dei risvolti interessanti. Infatti, nonostante il Real Madrid abbia le individualità dalla sua parte per avere i favori dei pronostici, questo Chelsea è una squadra solida e tenace, capace di plasmarsi ad ogni possibile avversario e che soprattutto a centrocampo può disporre delle sue armi migliori.

Il tabellino

MARCATORI: Pulisic (14′), Benzema (29′)
REAL MADRID (3-5-2): Courtois; Varane, Militao, Nacho; Carvajal (77′ Odriozola), Kroos, Modric, Casemiro, Marcelo (77′ Asensio); Vinicius (66′ Hazard), Benzema (92′ Rodrygo). All.: Zidane.
CHELSEA (3-4-2-1): Mendy; Christensen, Thiago Silva, Rudiger; Azpilicueta (67′ James), Jorginho, Kanté, Chilwell; Pulisic (66′ Ziyech), Mount; Werner (66′ Havertz). All.: Tuchel

Le pagelle

REAL MADRID
IL MIGLIORE BENZEMA: 7

Ha pochi palloni a disposizione nell’arco della partita, ma soprattutto nel primo tempo li sfrutta come meglio non si potrebbe. Infatti, le sole occasioni dei Blancos passano dai suoi piedi e lui per primo (e per ultimo, di fatto) crea scompiglio tra le maglie della difesa del Chelsea. Sfiora un gol stupendo dalla distanza, colpendo il legno. Si ripete subito dopo, siglando un gol di grande istinto e classe, degno di un Gerd Müller. Risolutivo.

Karim Benzema mentre celebra il gol del pareggio del Real Madrid. [www.sportnotizie24.com]

COURTOIS: 6
Molto probabilmente temporeggia un po’ troppo nel gol di Pulisic (anche se occorre precisare che le responsabilità principali siano soprattutto della difesa), eppure fiacca alcuni affondi del Chelsea con ottimi interventi (su tutti, la parata su Werner ad inizio partita) che tengono il Real Madrid in fase di galleggiamento.

MODRIC & KROOS: 5,5
Avevano offerto prestazioni strepitose contro il Liverpool e in generale in questa stagione, contro Mount e Kanté hanno invece visto i sorci verdi. Infatti, il loro pressing feroce e la loro marcatura asfissiante hanno impedito ai due pilastri del centrocampo Blancos di primeggiare e di imporre il proprio gioco, togliendo i rifornimenti offensivi a Benzema.

DIFESA DEL REAL MADRID: 5
È davvero difficile trovare un vero e proprio responsabile di un reparto difensivo che, nell’azione del gol di Pulisic, ha letto male il lancio di Rüdiger, facendosi trovare impreparato nell’imbucata dell’attaccante americano. Di conseguenza, appare opportuno rimproverare l’intero reparto, che si è fatto infinocchiare facilmente in occasione del vantaggio dei Blues.

CHELSEA
IL MIGLIORE KANTÉ: 7

Il migliore in campo. Il generoso mediano francese – che ormai da tre anni è scalato a mezz’ala, per premiare le qualità da vertice basso di Jorginho (6,5) – si è distinto con la solita prestazione di corsa e cuore, timbrando una prova encomiabile che per l’ennesima volta mette in mostra le sue celebri qualità di incontrista. Inoltre, ha tenuto sotto scacco Toni Kroos, che ha faticato tantissimo ad imporsi dal suo lato del campo. Inoltre, sul finale ha conquistato dei falli preziosi per blindare il pareggio. Inarrestabile.

Ngolo Kanté in uno dei tanti frangenti del duello individuale con Toni Kroos. [www.numero-diez.com]

MOUNT: 7
Ormai da due anni è un pilastro inamovibile del Chelsea e anche dopo l’approdo di Tuchel il suo apporto ha continuato ad essere prezioso. La sua splendida marcatura su Luka Modric è da annali, così come alcuni break a centrocampo, che hanno mandato in tilt la linea mediana dei Blancos. Southgate all’Europeo potrà fare affidamento su uno dei centrocampisti più promettenti dell’intero panorama calcistico europeo e questa prestazione ne è l’ennesima conferma, dopo quella di Siviglia contro il Porto.

PULISIC: 6,5
Non lascia ai posteri una prova esorbitante. Infatti, si limita al minimo sindacale sia nelle giocate individuali, sia nei movimenti senza palla. Il suo gol, però, può risultare pesantissimo in vista del ritorno e ancora una volta ha mostrato qualità che già si intravvedevano nei suoi anni nel Borussia Dortmund.

RÜDIGER 6,5
È suo l’ottimo assist con cui innesca Pulisic per il gol del momentaneo 1-0. Inoltre, se si esclude lo spauracchio rappresentato da Benzema nel primo tempo (che fa soffrire soprattutto Thiago Silva), gestisce bene la difesa, senza mai sfigurare e mettendendosi in mostra in alcune chiusure.

WERNER: 4,5
Pronti, via e si divora un gol facilissimo a tu per tu con Courtois. Inoltre, pur dannandosi l’anima, pecca costantemente di lucidità e rappresenta un uomo in meno per i Blues come terminale offensivo. Sciagurato.

Seguici

Altre storie di Goals

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.