Champions League 2020/2021: Lukaku, speranza dell’Inter. PSG ritrovato

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

L’esultanza di Neymar: il PSG ha espugnato Old Trafford [https://noticiasporelmundo.com]

La conferma

Il pericolo sembra scampato. Il PSG dopo tre giornate era a tre punti in classifica e pareva con un piede fuori dalla Champions. I parigini hanno però saputo ritrovarsi con il successo interno sul Lipsia nel quarto turno e in questa quinta giornata si sono confermati espugnando 3-1 Old Trafford, tana del Manchester United. Inglesi, tedeschi e francesi sono ora tutti a 9 punti. Ma Neymar (doppietta) e compagni sono quelli “messi meglio” perché nell’ultima giornata affronteranno i turchi, già eliminati, del Başakşehir, mentre Lipsia e Manchester si giocheranno tra di loro l’altro pass per gli ottavi in uno scontro diretto da brividi in Germania.

La sorpresa

Aveva vinto per 3-2 al Bernabeu. Ma pochi pensavano che lo Shakthar Donetsk potesse calare il bis contro il Real Madrid. Invece è successo: secco 2-0 degli ucraini e la squadra di Zidane ora dovrà battere il Borussia MG nell’ultima giornata per evitare spiacevoli sorprese. Il Real negli ultimi anni non è mai stato così in difficoltà. Il rischio di una clamorosa eliminazione al primo turno non è utopia. I tempi delle 4 Champions in 5 stagioni, dei gol di Cristiano Ronaldo e di quando i vari Modric, Kroos, Casemiro e Marcelo erano al top sembrano lontanissimi.

La delusione

Sul banco degli imputati finisce l’Atalanta. Perché la formazione di Gian Piero Gasperini riesce nella poco onorevole impresa di farsi fermare in casa dai danesi del Midtjylland, che si presentavano a Bergamo con un ruolino di zero punti conquistati, 2 gol fatti e 11 subiti. All’andata l’Atalanta aveva passeggiato in Danimarca imponendosi per 4-0. Buon per i nerazzurri che il Liverpool sia riuscito pur rimaneggiato a battere l’Ajax e dunque nell’ultimo turno ad Amsterdam a Gomez e compagni basterà il pareggio per qualificarsi agli ottavi.

Le italiane

Il voto più alto in questa tornata di Champions lo merita l’Inter (7), che nonostante qualche patema di troppo e un po’ di buona sorte ha conquistato in casa del Borussia MG un successo di importanza capitale, che la tiene in corsa per il passaggio del turno. Il 3-2 firmato soprattutto dalla debordanza atletica e dall’istinto predatorio per il gol di Lukaku, consente alla formazione di Antonio Conte di portarsi a quota 5 punti nel girone contro gli 8 del Borussia MG e i 7 di Real Madrid e Shakthar Donetsk. Nell’ultima giornata i nerazzurri ospiteranno gli ucraini, mentre in Spagna si giocherà il match tra Real e Borussia. Un finale da vivere.
Anche l’Atalanta (voto 4, perché farsi fermare in casa dal fanalino Midtjylland non è accettabile) si giocherà il tutto per tutto con l’Ajax alle spalle del già qualificato Liverpool.
La Juventus (6,5), già agli ottavi, ha passeggiato in casa con la Dinamo Kiev trascinata da un Federico Chiesa particolarmente ispirato.
Ottimo punto della Lazio (7) in casa del Borussia Dortmund orfano della sua stella Erling Håland. Per i biancocelesti comunque una grande prova di maturità: la squadra di Simone Inzaghi è andata più volte vicina al colpaccio, ma ha trovato sulla propria strada un grande Burki, portiere del Borussia. Nell’ultimo turno in casa contro il Brugge basterà non perdere.

Il protagonista

Inter Milan’s Belgian forward Romelu Lukaku celebrates after they scored during the UEFA Champions League football match Borussia Moenchengladbach v Inter Milan in Moenchengladbach, western Germany, on December 1, 2020. (Photo by Ina Fassbender / AFP) (Photo by INA FASSBENDER/AFP via Getty Images)

È vero che Oliver Giroud ha segnato un poker di reti al Siviglia, ma era comunque la sfida tra due formazioni già qualificate. Romelu Lukaku invece ha realizzato una doppietta in un match complicatissimo per l’Inter, trascinando i nerazzurri a superare l’ostacolo Borussia MG e riaccendendo le speranze di qualificazione agli ottavi. I gol si pesano. E i gol di Lukaku in questo turno sono stati pesanti come quelli di nessun altro. L’attaccante belga in questa stagione sta viaggiando alla media di quasi una rete partita: è a 7 centri in 8 incontri. Dominante.

La top 11

Seguici

Altre storie di Goals

Johan Cruijff, l’uomo orchestra

Veloce, moderno, universale, innovativo, essenziale. Vi portiamo alla scoperta del numero 14 più famoso del mondo. Perché dopo di lui il calcio non è stato più lo stesso

Lo stratega Trapattoni

Vincente, esuberante, simpatico, flessibile mentalmente e tatticamente: alla scoperta di Giovanni Trapattoni, un autentico maestro della panchina

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.