1969 Finale ritorno: Estudiantes-Nacional Montevideo 2-0

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Forte dell’1-0 della finale di andata, l’Estudiantes chiude i conti superando nettamente il Nacional anche al ritorno, confermandosi così sul tetto del Sudamerica dopo il titolo dell’anno precedente. Gli argentini costruiscono la vittoria nel primo tempo mettendo in mostra un calcio aggressivo e organizzato, basato su grande agonismo, trappola del fuorigioco e raddoppi sistematici. Gli uruguaiani provano a svegliarsi nella ripresa, imbastendo un fitto possesso palla, ma raramente riescono a fare breccia nella difesa argentina.


Estudiantes: Poletti – Togneri, Suarez, Madero, Malbernat – Pachamé, Bilardo – Flores, Conigliaro, Veron – Rudzki (st 25′ Ribaudo).
Nacional Montevideo: Manga – Ubina, Ancheta, Alvarez, Mujica – Castillo, Prieto – Cubilla, Esparrago, Morales – Garcia (st 25′ Silveira).

Primo tempo
8′ Prieto innesca Garcia, che scatta sul filo del fuorigioco, scarta Poletti, ma si allunga troppo il pallone che termina a fondo campo.
18′ insistita azione dell’Estudiantes, Bilardo per Conigliaro, cross in rovesciata, colpo di testa di Flores, Manga c’è.
25′ delizioso tocco smarcante di Veron per Rudzki, che colpisce d’esterno appena dentro l’area, Manga vola e con un colpo di reni favoloso leva la palla da sotto la traversa. È la prima vera palla-gol del match.
27′ bella azione dell’Estudiantes che sta crescendo: Veron si destreggia tra due avversari e serve Rudzki, da questi a Conigliaro sul lato sinistro dell’area, l’attaccante argentino rientra sul destro e calcia: alto.
28′ Flores avanza e fa partire una staffilata da lontano, Manga respinge in tuffo.
31′ GOL ESTUDIANTES Punizione per l’Estudiantes da sinistra: Madero scodella un bel pallone in mezzo, Flores tacca indisturbato e segna di testa.
37′ GOL ESTUDIANTES Cross da sinistra di Pachamé, Mujica non riesce ad allontanare di testa, arriva Conigliaro che al volo da pochi passi mette dentro. Difesa uruguaiana piuttosto ferma.

Secondo tempo
14′ azione insistita del Nacional, ci prova da fuori Mujica, il suo rasoterra finisce a lato non di molto. Match duro e spezzettato, l’Estudiantes sta chiudendo bene tutti i varchi, sterile possesso palla del Nacional.
20′ bella discesa di Cubilla a sinistra, cross in mezzo, Esparrago manda alto di testa da buona posizione.
23′ lungo lancio da sinistra di Morales, Prieto stavolta trova impreparata la difesa argentina e tocca sull’uscita di Poletti, Aguirre Suarez salva quasi sulla linea. È la miglior occasione della partita per gli uruguaiani.
34′ punizione di Mujica da destra, conclusione a giro un po’ telefonata, Poletti neutralizza.
35′ triangolo Prieto-Silveira-Prieto, tiro d’esterno destro in area, palla fuori di un metro. Il Nacional meriterebbe il gol per l’impegno profuso nel secondo tempo.
30′ Conigliaro di testa innesca Veron, che fugge in contropiede, ma calcia sull’esterno della rete. Estudiantes vicino al terzo gol.
40′ Conigliaro va via sul lato mancino, cross basso all’accorrente Ribaudo, che colpisce di prima intenzione e colpisce la traversa. Il Nacional oramai ha mollato, Estudiantes sul velluto.

Un articolo celebrativo del trionfo dell’Estudiantes [http://pablocoronel.com.ar]

LE PAGELLE ESTUDIANTES
IL MIGLIORE CONIGLIARO 7: dinamismo e sostanza, mette in difficoltà la difesa del Nacional con continue percussioni dalla fascia e trova il gol che indirizza definitivamente la partita. Nel finale offre un cioccolatino a Ribaudo, che spedisce sulla traversa il possibile 3-0.
Veron 6,5: si accende a strappi, ma quando lo fa lascia il segno e diventa difficile da contenere per la difesa uruguaiana. Tecnicamente è il più dotato della sua squadra, un paio di assist sono poesia pura.
Aguirre Suarez 6,5: colonna difensiva, respinge qualsiasi pallone transiti dalle sue parti. Salva quasi sulla linea un tentativo di Prieto.
Madero 6,5: la coppia con Suarez è particolarmente efficace e ha il merito di pescare Flores per il gol che apre le danze con una bella punizione laterale.
Bilardo 6: scudo davanti alla difesa, nel primo tempo assiste con grande continuità il gioco offensivo, nella ripresa si limita a lavorare dietro le quinte.

LE PAGELLE NACIONAL MONTEVIDEO
IL MIGLIORE CASTILLO 6,5: il più brillante dei suoi, si fa valere in mezzo al campo, recupera diversi palloni e non si dà mai per vinto.
Manga 6,5: nel primo tempo salva da campione un tentativo al volo di Rudzki. Incolpevole sui gol, sempre attento nelle altre circostanze, sia tra i pali sia in uscita.
Cubilla 5,5: limitato con le buone e con le cattive dalla difesa argentina, alterna qualche lampo a diverse pause non lasciando una traccia particolarmente significativa.
Ubina-Mujica 5: i due terzini uruguaiani vivono una giornata particolarmente complicata, in perenne affanno contro i movimenti e la velocità di Veron e compagni. Mujica ha anche delle responsabilità in occasione del gol del 2-0, quando non riesce a rinviare un pallone di testa e favorisce la rete di Conigliaro.

Sintesi del match

Seguici

Altre storie di Goals

Gerd Müller, non solo un bomber d’area

Gerd Müller non è stato solo l’impersonificazione del gol. Ma anche un attaccante completo, che sapeva eccellere negli assist e nel gioco senza palla. Sfatiamo il falso mito che vede il centravanti tedesco unicamente come un rapinatore d’area.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.