1962 Finale: Santos-Penarol 3-0

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Il Santos campione del 1962 [www.pinterest.it]

È la partita decisiva per assegnare la Coppa Libertadores 1962. La sfida è tra gli uruguaiani del Penarol e i brasiliani del Santos. Nella prima partita il Santos ha vinto 2-1, nella seconda successo del Penarol 3-2 non senza polemiche. Il regolamento impone così un terzo, decisivo, incontro che si gioca in campo neutro, a Buenos Aires, davanti a 60mila spettatori. Il Santos recupera Pelé, assente per infortunio nei primi due match. Ma il Penarol è tosto: ha vinto le prime due edizioni della Libertadores e vuole a tutti i costi la tripletta. Sulla panchina uruguaiana siede oltretutto l’ungherese Bela Gutmann, che ha vinto due Coppe Campioni in Europa alla guida del Benfica. In campo, però, il Santos, trascinato da un Pelé immenso, vince con merito 3-0, conquistando così la coppa.


Santos: Gilmar – Lima, Mauro, Dalmo – Zito, Calvet – Dorval, Mengalvio, Coutinho, Pelé, Pepe.
Penarol: Maidana – Lezcano, Cano – Gonzalez, Goncalves, Caetano – Rocha, Matosas, Spencer, Sasia, Joya.

L’arbitro con i due capitani prima dell’inizio della finale
[https://sport660.wordpress.com/]

Primo tempo
5′ partita subito vibrante. Corner da destra per il Penarol, colpo di testa di Spencer, tiro respinto, riprende Rocha, che gira verso la porta, gran risposta di Gilmar che si rifugia in angolo.
11′ GOL SANTOS Mengalvio serve sulla trequarti Coutinho, che si gira e accelera lasciando sul posto un avversario, tiro violento sul secondo palo, Caetano devia sfortunatamente nella propria porta.
15′ ci prova Sasia a scuotere il Penarol: doppio dribbling e tiro dal limite, palla alta.
20′ Lima recupera palla a metà campo, avanza e scaglia un destro rasoterra dal limite, palla fuori di un metro. Santos in controllo del match.
22′ assist di Rocha in area per Spencer, tiro di prima intenzione, para Gilmar.
28′ Dorval via via a Caetano sulla destra, cross basso in area per Pelé, che si scontra con un avversario al momento del tiro, l’arbitro fischia una punizione per il Penarol.
30′ splendida azione del Santos. Lancio da centrocampo di Pelé che premia a destra lo scatto di Dorval, fermato in fallo laterale. Rimessa dello stesso Dorval per Pelé, che supera un avversario in pallonetto e una volta in area cerca di servire Coutinho, solo sul secondo palo; Maidana si tuffa e riesce ad abbrancare in presa.
35′ spunto irresistibile dello scatenato Dorval a destra, tiro-cross insidioso sul secondo palo, Coutinho non ci arriva per un soffio.
38′ Sasia per Rocha, dopo una azione palla a terra del Penarol. La conclusione dell’attaccante uruguaiano è fuori di poco.
45′ Azione tutta in velocità del Santos sull’asse Pelé-Dorval-Coutinho, tiro di quest’ultimo sul primo palo, palla sull’esterno della rete.

Secondo tempo
3′ GOL SANTOS Dorval sulla destra crossa al limite dell’area, Pepe tocca per Pelé che fa partire un destro incredibile, il pallone si infila nel “sette” dove Maidana non può arrivare.
10′ impressionante Pelé. Parte dalla sua metàcampo sul lato destro, salta un uomo, resiste due volte al ritorno dello stesso avversario tenendo sempre il pallone incollato al piede, quasi al limite il pallone arriva a Coutinho che tocca di nuovo a Pelé. O Rey con un assist al bacio serve ancora nello spazio Coutinho, che si presenta solo davanti a Maidana, ma manda incredibilmente a lato.
20′ lungo rilancio dalla difesa del Penarol per Spencer, che all’altezza dell’area piccola tenta una conclusione volante, palla di poco alta.
25′ triangolo Spencer-Goncalves-Spencer, l’attaccante dell’Ecuador si invola verso la porta di Gilmar, ma manda fuori in diagonale.
30′ scambio Dorval-Zito-Dorval, quest’ultimo entra in area, è solo davanti a Maidana, ma spedisce fuori.
32′ cross di Rocha da fondo campo, sul secondo palo irrompe Sasia che viene anticipato all’ultimo in calcio d’angolo. Il Penarol non demorde.
35′ pallone in area per Spencer, tiro immediato, grande risposta di Gilmar in tuffo.

Pelé al tiro, contrastato da due difensori uruguagi
[www.pinterest.it]

38′ Dorval a destra punta Caetano, lo salta e calcia verso la porta, Maidana devia in corner.
40′ Pelé sul lato destro dell’area, salta un uomo nello stretto e va sul fondo, cross in mezzo per Coutinho, anticipato all’ultimo il calcio d’angolo.
45′ GOL SANTOS Corner da sinistra di Pepe, Coutinho sul primo palo anticipa Maidana e serve Pelé a centro area, il numero 10 del Santos si alza il pallone e con il destro infila di potenza sul primo palo.

LE PAGELLE SANTOS
IL MIGLIORE PELE’ 8,5: parte a rilento, poi si accende e fa capire di praticare un altro sport rispetto a tutti gli altri. Accelerazioni, dribbling, aperture: quando parte in slalom, gli avversari devono abbatterlo per riuscire a fermarlo. Realizza due reti, di cui la prima splendida, e mette il suo marchio sul trionfo finale. Unico.
Dorval 7: i suoi spunti sulla fascia destra mettono sempre in crisi la difesa del Penarol. Avvia l’azione del 2-0 e sfiora la marcatura personale in un paio di circostanze.
Gilmar 7: si conferma un portiere di livello assoluto, con una reattività che ha pochi eguali. Quando la partita è ancora in bilico, diventa protagonista con almeno un paio di interventi di grande livello.
Coutinho 6,5: causa la prima rete dopo un’accelerazione bruciante, serve a Pelé la palla del 3-0 e nel mezzo va ancora vicino altre volte al bersaglio grosso.

LE PAGELLE PENAROL
IL MIGLIORE ROCHA 6,5: è quello che corre di più e prova a rendersi maggiormente pericoloso, nelle file uruguaiane. Centrocampista e attaccante, elemento completo, dalla carriera longeva e vincente, dopo il 1970 farà parlare di sé anche nel campionato brasiliano.
Spencer 6: l’ecuadoregno, spauracchio principale per la difesa del Santos, viaggia a corrente alternata. È bravo a muoversi negli spazi e impegna Gilmar con alcune sassate degne di nota. In altre occasioni però difetta un po’ di mira sottoporta.
Joya 5: l’ala peruviana era molto attesa, ma non si vede mai e non riesce a entrare in partita. Delusione.
Caetano 5: sfortunato sull’autogol che dà il via al trionfo del Santos, sempre in difficoltà sul lato mancino quando viene puntato dalla velocità di Dorval. Giornata nera.

Niccolò Mello

La sintesi dell’incontro

Seguici

Altre storie di Goals

Anni Mondiali – Argentina 1978

Seconda puntata con il podcast di Paolo Palazzo su Argentina 1978, il Mondiale di Menotti, Kempes e Passarella, della prima vittoria dell’Albiceleste, ma anche di

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.