1995 Finale: Ajax-Milan 1-0

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
L’Ajax festeggia con la Coppa Campioni
[https://storiedicalcio.altervista.org]

L’Ajax torna sul tetto d’Europa a distanza di 22 anni, il Milan campione in carica deve cedere il passo. Decisivo un gol di Kluivert a 6′ dalla fine, al termine di un match tattico e poco spettacolare in cui entrambe le squadre si preoccupano prima di tutto di non scoprire il fianco alle ripartenze degli avversari. Van Gaal, tecnico degli olandesi, indovina i cambi: oltre a Kluivert, anche l’altro subentrato Kanu crea parecchio scompiglio nella ripresa nella difesa milanista.


Ajax: Van der Sar – Reiziger, Blind, F. de Boer – Seedorf (st 9′ Kanu), Rijkaard, Davids – Litmanen (st 24′ Kluivert) – Finidi, R. de Boer, Overmars.
Milan: Rossi – Panucci, Baresi, Costacurta, Maldini – Donadoni, Desailly, Albertini, Boban (st 41′ Lentini) – Simone, Massaro (st 45′ Eranio).

Primo tempo
19′ la prima chance del match è per l’Ajax: corner da sinistra di Finidi, Frank de Boer si inserisce di testa e colpisce da ottima posizione: palla alta.
37′ retropassaggio avventato di Frank de Boer, Van der Sar a momenti non si fa intercettare il pallone da Massaro. L’azione prosegue, Simone smarca di tacco sulla sinistra Maldini, cross sul secondo palo, Donadoni rimette in mezzo, tiro di Panici deviato, la palla esce di poco sopra la traversa.
44′ splendido lancio di Donadoni da destra, Simone colpisce al volo dentro l’area, grande riflesso di Van der Sar che devia in angolo. Meglio il Milan nella seconda parte del primo tempo.

Una fase del match [http://twb22.blogspot.com]

Secondo tempo
19′ Boban innesca Massaro, che si gira al limite e calcia di prima intenzione, palla a lato di poco. Match molto tattico. L’Ajax tiene di più il possesso palla, ma il Milan è maggiormente pericoloso.
32′ Albertini al limite per Simone, che si gira e calcia tra le braccia di Van der Sar.
33′ numero di Kanu, che danza sul pallone al limite e scocca un sinistro insidiosissimo, pallone a lato non di molto.
34′ altro tentativo di Simone, che riceve un lancio dalle retrovie e ci prova dal limite: alto.
39′ GOL AJAX Rijkaard addomestica un pallone al limite e serve in area Kluivert, che resiste al ritorno di un difensore del Milan e con un tocco di punta beffardo sul primo palo fa secco Rossi in uscita.
41′ Kanu si inserisce in area a sinistra e crossa sul secondo palo, Finidi calcia da posizione defilata, Rossi c’è. L’Ajax adesso gioca sulle ali dell’entusiasmo, Milan alle corde.
43′ uscita a vuoto di Van der Sar dopo una mischia, Frank de Boer allontana davanti alla porta. Il Milan ci prova con il cuore.
48′ Kanu vince di forza un duello con Costacurta e crossa in mezzo per Blind, tiro a colpo sicuro, splendida risposta di Rossi che d’istinto devia.

LE PAGELLE AJAX
IL MIGLIORE RIJKAARD 7: la vendetta dell’ex. Gioca un match di grande sostanza e continuità, avviando la maggior parte delle azioni degli olandesi ed ergendosi a scudo preziosissimo davanti alla difesa. Corona una prova a tutto tondo con l’assist che libera Kluivert per il gol-partita.

Il match winner Kluivert [https://storiedicalcio.altervista.org]

Kluivert-Kanu 7: il loro ingresso scardina la difesa del Milan e permette all’Ajax di vincere. Il primo realizza il gol decisivo sbloccando un match tattico e chiuso; il secondo crea scompiglio con i suoi movimenti e la sua velocità che manda completamente in tilt Costacurta.
Davids 6: prestazione ordinaria, con una buona dose di dinamismo ma senza acuti. Non c’è bisogno della sua consueta carica agonistica.
Van der Sar 6: alterna un paio di interventi decisivi a uscite a vuoto che per poco non pregiudicano l’esito dell’incontro.
Seedorf 5: gioca molto sotto ritmo, non pare ancora avere acquisito quella mentalità vincente nei momenti caldi che lo porterà a diventare uno dei centrocampisti più bravi e vincenti dell’epoca moderna.

LE PAGELLE MILAN
IL MIGLIORE DONADONI 6,5: le migliori occasioni del Milan transitano dai suoi piedi e non è un caso perché sembra il giocatore rossonero più dotato di imprevedibilità e cambi di ritmo, l’unico che può creare superiorità numerica e mettere in difficoltà la difesa olandese.
Simone 6: movimento incessante sul pentagramma offensivo, pericoloso al tiro ma nel secondo tempo cala.
Maldini 6: patisce un po’ Finidi in avvio poi gli prende le misure. Rischia poco sulla sua fascia di appartenenza, ma potrebbe osare un po di più (arriva solo due volte al cross e anche in maniera piuttosto pericolosa).
Baresi 5,5: molto abbottonato in difesa, non riesce praticamente mai a far ripartire l’azione. Intimidito dalla gioventù dell’Ajax.
Costacurta 5: il peggiore del Milan, nel secondo tempo nei momenti decisivi va in chiara difficoltà, soffre soprattutto le movenze di Kanu che lo fa ammattire sul piano fisico e dinamico.

Niccolò Mello

La sintesi dell’incontro

Seguici

Altre storie di Goals

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.