1991 Sedicesimi andata: Napoli-Ujpest Dozsa 3-0

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

L’esultanza di Maradona, autore di una prova superba [www.napolicalcionews.it]

I campioni d’Italia del Napoli partono fortissimo in Coppa dei Campioni demolendo 3-0 gli ungheresi dell’Ujpest Dozsa. Match senza storia al San Paolo. La squadra di casa meriterebbe di imporsi persino con un punteggio più ampio contro un avversario che appare del tutto inadeguato per la massima competizione internazionale per club europea. Splendida prova del centrocampo azzurro, dove svetta un inesauribile Alemao, anche se è soprattutto la partita di Maradona, autore di alcune giocate di assoluto pregio e di una doppietta: la prima rete in particolare è una vera gemma.

Napoli: Galli – Francini, Baroni (st 33′ Mauro), Corradini, Rizzardi – De Napoli, Alemao, Crippa – Maradona – Careca, Silenzi (st 33′ Venturin).
Ujpest Dozsa: Brockenhauser – Szabo, Szezlak, Kecskes, Kosa – Miovecz, Fitos, Huszarik, Varga (st 8′ Balazs) – Eszenyi, Bacsi (st 19′ Oroszki).

Primo tempo
7′
brivido per il Napoli: punizione di Fitos da fuori, la palla sfiora il palo alla sinistra di Galli.
9′ prima occasione per il Napoli: cross da fondo campo di Maradona, Silenzi si gira e calcia, ma non inquadra lo specchio della porta.
18′ De Napoli per Silenzi che di petto appoggia a Baroni, conclusione splendida di sinistro, palla fuori di pochissimo.
19′ punizione di Maradona da sinistra, stacco imperioso di Francini, Brockhauser alza in angolo. Cresce il Napoli.
20′ Crippa verticalizza per Careca, che scatta sul filo del fuorigioco, ma si allunga troppo il pallone e Brockhauser blocca.
28′ cross di Maradona da destra, Silenzi segna di testa, ma l’arbitro annulla per fuorigioco.
32′ altro cross di Maradona da destra, Silenzi di testa spedisce a lato di pochissimo. È un dominio della formazione partenopea.
36′ GOL NAPOLI Punizione di Alemao che pennella un pallone in area, Baroni stoppa e in diagonale infila Brockhauser. Vantaggio meritato del Napoli.
43′ GOL NAPOLI Careca in area sul lato sinistro mette al limite dell’area piccola per Maradona, che stoppa di petto e con una magia colpisce in mezza rovesciata al volo, Brockhauser devia sul palo, ma il pallone si infila in rete. Perla di Diego, ovazione del San Paolo.
45′ traversone di Maradona da destra, colpo di testa di Silenzi, fuori di un metro.

Baroni: per il difensore un bel gol e un’attenta prova difensiva

Secondo tempo
8′
De Napoli per Crippa, che offre un cioccolatino a Careca, ma l’attaccante brasiliano ha le polveri un po’ bagnate e alza la mira solo davanti a Brockhauser.
11′ triangolo Silenzi-Maradona-Silenzi, tiro alto non di molto.
12′ Silenzi innesca Careca, che entra in area e calcia in diagonale, Brockhauser salva con un piede. Continua il forcing degli azzurri.
13′ grandissima conclusione da fuori di Alemao, Brockhauser vola e devia in angolo con un colpo di reni notevole.
17′ Maradona con una punizione dalla trequarti pesca Silenzi, che calcia in diagonale da posizione defilata, palla sul fondo.
20′ altra pennellata di Maradona da sinistra, Silenzi schiaccia di testa, Brockhauser respinge, poi Careca viene murato da un difensore quasi sulla linea. L’Ujpest non è in campo.
29′ grande triangolo Careca-Maradona-Careca, assist a Silenzi, che incrocia con il destro, Brockhauser allunga la mano di richiamo e riesce a deviare.
32′ GOL NAPOLI Cross di Careca da destra, il pallone sembra innocuo, ma Brockhauser si fa clamorosamente sfuggire il pallone e Maradona è il più lesto di tutti ad approfittarne e infilare in tapin.
34′ Mauro da destra, Careca di testa in tuffo manda fuori sul primo palo. Conclusione comunque non facile.
40′ Mauro innesca Venturin, che calcia in corsa, palla alta non di molto.
44′ primo tiro in porta degli ungheresi nel secondo tempo, con Eszenyi da lontano, Galli devia in angolo.

LE PAGELLE NAPOLI
IL MIGLIORE MARADONA 8
Non era al meglio e infatti non si muove moltissimo, ma regala perle. Ogni volta che ha il pallone tra i piedi dà sempre la sensazione di poter creare un pericolo, che sia un cross invitante per un compagno o un assist in verticale. Corona la sua notte (che per i napoletani coincide guarda caso anche con la festività di San Gennaro) con due reti. La prima è una magia indimenticabile, la seconda un guizzo da opportunista.
Alemao 7,5 Un paio di errori in appoggio, giusto perché bisogna trovare il pelo nell’uovo. Prestazione da centrocampista totale, che difende, recupera, suggerisce e comanda. Serve l’assist per l’1-0 di Baroni. Sfiora il gol con un missile da fuori. È l’architrave della squadra.
De Napoli 7 Motorino inesauribile, non perde un contrasto, tocca un mare di palloni e si inserisce costantemente in avanti con grande profitto.
Baroni 7 Personalità e sicurezza da difensore centrale, cancella chiunque transiti dalle sue parti, sfiora un gol con un sinistro atomico da fuori, poi trova la rete in avanzamento di testa.
Silenzi-Careca 6,5 Generosissimi, anche se poco precisi al tiro (e a volte persino poco fortunati). Careca mette lo zampino comunque in due gol su tre, mentre Silenzi lotta come un leone, fa salire la squadra e si impegna tantissimo.

LE PAGELLE UJPEST DOZSA
IL MIGLIORE FITOS 5,5
In realtà il migliore sarebbe il portiere Brockhauser, ma la sua “papera” sul 3-0 rovina tutto. Non ci resta che “premiare” (tra virgolette è d’obbligo, considerata la prestazione davvero anonima di tutti gli ungheresi) l’unico che nella prima mezz’ora ha provato a reggere l’urto in mezzo al campo impostando un minimo di gioco per i suoi. Poi è calata la notte.
Brockhauser 5,5 Salva più volte i suoi da un passivo peggiore. Ma combina la frittata sul secondo gol di Maradona…
Huszarik 4 È l’uomo deputato a controllare Maradona. Non lo vede mai.

La sintesi del match

Seguici

Altre storie di Goals

1960: Racing Parigi-Santos 1-4

Nella finale del torneo di Parigi del 1960 (al quale hanno partecipato anche l’altra formazione francese del Reims e i bulgari del Sofia), il Santos

1980: Brasile-Cile 2-1

Immagine di copertina: Toninho Cerezo in azione Amichevole di prestigio a Belo Horizonte tra Brasile e Cile. Successo della nazionale di casa per 2-1, un

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.