1977 Quarti andata: Bayern Monaco-Dinamo Kiev 1-0

Condividi articolo:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Il Bayern orfano del suo bomber Gerd Muller piega di misura la Dinamo Kiev al termine di una partita non molto spettacolare. Decide una zampata a fine primo tempo di Kunkel, sostituto di Muller. La gara vive di fiammate: il Bayern mantiene maggiormente il possesso palla, ma fatica a rendersi temibile dalle parti di Rudakov. La Dinamo del Colonnello Lobanovs’kyj si difende con ordine e si conferma una squadra ben organizzata. Nell’ultima parte entrambe danno l’idea di accontentarsi del risultato, che lascia i giochi apertissimi in vista del ritorno.

Il gol di Kunkel [Photo From:  Onze, Issue 15, March 1977 – http://soccernostalgia.blogspot.com]

Bayern Monaco: Maier – Andersson, Schwarzenbeck, Beckenbauer, Gruber – Hoeness (st 38′ Weiss), Torstensson, Roth (st 38′ Onal), Kapellmann – Rummenigge, Kunkel.
Dinamo Kiev: Rudakov – Konkov, Reshko, Fomenko, Matvienko – Zuev, Troshkin, Buryak, Berezhnooy – Slobodyan (st 38′ Muntyan), Blokhin.

Primo tempo
21′
lunga fase di predominio territoriale del Bayern senza acuti e la prima occasione è della Dinamo: Berezhnooy intercetta a metà campo un passaggio di Beckenbauer e lancia Blkohin che scappa via alla difesa tedesca, ma è costretto ad anticipare il tiro per il provvidenziale rientro di Schwarzenbeck: palla alta di poco.
23′ sponda di Kunkel e tentativo dal limite di Roth, Rudakov blocca a terra. È il primo tiro in porta dei bavaresi.
27′ Beckenbauer per Roth, missile da fuori, palla a lato non di molto. Il Bayern sta provando ad alzare i ritmi.
28′ tracciante di Beckenbauer da fuori, Rudakov vola e mette in corner. Grande intervento.
31′ Roth ci prova ancora da fuori, il pallone sfila sul fondo di poco.
41′ cross pericoloso di Slobodyan da destra, Maier esce e respinge in tuffo anticipando il tapin di Zuev.
42′ GOL BAYERN MONACO Corner di Hoeness da destra, Rummenigge fa da torre, Rudakov esce male disturbato da un compagno e da Kapellmann e Kunkel è il più lesto di tutti a correggere in rete sulla respinta del portiere ucraino.

Secondo tempo
3′
percussione di Berezhnooy, che salta due uomini, entra in area e calcia con il destro, Maier respinge con i piedi. Dinamo Kiev pericolosa.
17′ Beckenbauer avanza e verticalizza per Hoeness, che resiste a un difensore e calcia di sinistro sull’uscita di Rudakov, bravo il portiere ucraino a salvare in corner.
19′ corner di Hoeness da destra, la difesa ucraina mette fuori, tentativo al volo al limite di Torstensson, palla a lato di un metro.
24′ corner per la Dinamo Kiev da destra, colpo di testa di Berezhnooy, palla a lato sul primo palo.
25′ lungo lancio di Beckenbauer, Kunkel fa da sponda per Hoeness, diagonale rasoterra di prima intenzione, Rudakov neutralizza a terra.
40′ tentativo da lontano del neo entrato Weiss, Rudakov c’è.

LE PAGELLE BAYERN MONACO
IL MIGLIORE BECKENBAUER 6,5
Qualche piccola sbavatura per eccesso di sicurezza, ma si conferma il polmone e il cervello della squadra. Non c’è azione del Bayern che non transiti dai suoi piedi. Sua per altro la più bella conclusione dell’incontro un fendente terra-aria da fuori che chiama Rudakov a una grande parata.
Rummenigge 6,5 Frizzante e pungente in prima linea, si muove molto non dando punti di riferimento alla difesa ucraina. Suo il colpo di testa dal limite che favorisce la rete da opportunista di Kunkel (voto 6,5) che ha il compito ingrato di sostituire Muller, ma fa in pieno la sua parte realizzando la rete decisiva.
Hoeness 6 Molto largo sulla destra, si accende a strappi. Suo il corner da cui scaturisce il gol. Ci prova due volte nel secondo tempo senza fortuna.

LE PAGELLE DINAMO KIEV
IL MIGLIORE BURYAK 6,5
Gioca con il 9 sulla schiena, in realtà è un organizzatore di gioco. Gestisce tutti i ritmi della Dinamo, bravo ad abbassarsi e proporsi in attacco. Intelligente e mai scontato nelle giocate.
Berezhnooy 6,5 Suoi i tentativi più pericolosi della Dinamo. Parte dalla fascia e si accentra spesso. Grande corsa e spirito di sacrificio.
Rudakov 6 Non sicurissimo sul gol, ma si riscatta con alcuni ottimi interventi.
Blokhin 5 Una sola chance in avvio, poi si perde nelle maglie della difesa tedesca. Isolato, non riesce a fare male.

Sintesi del match

Seguici

Altre storie di Goals

1979 Girone B: Brasile-Argentina 2-1

Immagine di copertina: Maradona e Zico Davanti a un Maracanã gremito (130mila spettatori) il Brasile batte 2-1 l’Argentina nella seconda giornata del girone B che

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua navigazione, se procedi nella navigazione ne accetti l'utilizzo.